In vigore al

RICERCA:

In vigore al: 27/05/2016

Delibera N. 4531 del 18.10.1999
Criteri e modalità per l'assegnazione die contributi a privati, associazioni ed enti locali per studi, manifestazioni e iniziative comunque interessanti la sicurezza stradale ai sensi della L.P. 23.6.1992, n. 22

....omissis....

1)     di revocare la delibera della Giunta provinciale n. 2542 del 9.6.1997;

2)     di approvare i criteri e le modalità per l'assegnazione di contributi a privati, associazioni ed enti locali per studi, manifestazioni e iniziative comunque interssanti la sicurezza stradale ai sensi della L.P. 23.6.1993, n. 22, ivi allegati che fanno parte integrante della presente delibera

 
1. ASPETTI GENERALI
Ai sensi della L.P. 23.6.1992, n. 22, la Giunta Provinciale è autorizzata a concedere contributi a privati, associazioni ed enti locali per studi, manifestazioni e iniziative comunque interessanti la sicurezza stradale.
Sono ammissibili a contributo le seguenti attività che sono finalizzate al miglioramento della sicurezza stradale:

a)     progetti per promuovere iniziative educative presso i giovani in concertazione con le scuole superiori;

b)     materiale divulgativo a carattere informativo e di sensibilizzazione ad elevato contenuto didattico per la sicurezza stradale;

c)     manifestazioni finalizzate alla sensibilizzazione pubblica sulla sicurezza stradale e convegni riguardanti la sicurezza stradale rivolti agli utenti della strada in generale;

d)     organizzazione di corsi per la guida sicura, neve, ghiaccio, fuori strada e per l'agricoltura;

e)     iniziative di rilevanza socio-pedagogica e di valore civile.

 
2. DOMANDA E DOCUMENTAZIONE
La domanda di contributo, redatta in carta legale, sottoscritta al legale rappresentante dell'associazione od ente, deve riferirsi alle attività elencate al punto 1.
La domanda di cui sopra deve essere presentata alla Ripartizione Traffico e Trasporti e deve essere in ogni caso corredata da un preventivo dettagliato delle spese e dal relativo piano di finanziamento. Responsabile del relativo procedimento amministrativo è l'Ufficio patenti e abilitazioni di guida.
La domanda deve essere presentata prima dell'inizio dell'attività e comunque entro il 31 marzo di ogni anno.
Il richiedente deve dichiarare di non avere richiesto o ottenuto altri contributi o sovvenzioni per le stesse finalità.
 
3. CRITERI DI VALUTAZIONE
Il responsabile del procedimento amministrativo verifica che l'attività, oggetto della richiesta di contributo sia:

1)     rispondente a quanto previsto dalla legge 23 giugno 1992, n. 22;

2)     che i relativi importi di spesa preventivati siano congrui rispetto ai rapporti economici correnti di mercato.

La concessione dei contributi avverrà nei limiti della disponibilità di bilancio.
 
4. COMMISSIONE DI VALUTAZIONE
Allo scopo di valutare l'utilità delle iniziative proposte per il miglioramento della sicurezza stradale e al fine del miglior impiego e distribuzione dei contributi è istituita una commissione che proporrà all'Assessore competente, sulla base dei criteri generali sopra esposti e con la finalità di rendere quanto più possibile trasparente il relativo procedimento amministrativo, la distribuzione delle risorse finanziarie disponibili.
Detta commissione, è composta come segue:

il direttore dell'Ufficio provinciale competente in materia di educazione stradale;

un rappresentante dell'Intendenza scolastica italiana;

un rappresentante dell'Intendenza scolastica tedesca;

un rappresentante della Polizia Stradale;

un esperto in materia di sicurezza stradale.

Sarà inoltre compito della commissione verificare che le iniziative proposte non siano in concorrenza tra loro, ovvero che non vengano concessi finanziamenti ad iniziative tra loro simili o uguali anche se proposte da soggetti diversi.
In tale caso sarà proposta al contributo unicamente l'iniziativa ritenuta più adatta per ragioni di efficacia e di economicità tra quelle presentate.
 
5. LIQUIDAZIONE DEI CONTRIBUTI
La liquidazione dei contributi avviene dietro presentazione della documentazione delle spese sostenute, supportata da una relazione dettagliata delle stesse, con precisazione dei tempi e dei luoghi di svolgimento e dei loro destinatari
I contributi cono erogati secondo i seguenti criteri generali:

I.     nella concessione dei contributi si segue di norma l'ordine cronologico delle domande presentate, salvo che sulla base degli accertamenti vengano accertate condizioni tali da giustificare diverse priorità;

II.     per iniziative di cui al punto 1, lettera a), d) ed e) il contributo è pari al 50% delle spese riconosciute ammissibili;

III.     per iniziative di cui al punto 1, lettera b) il contributo è pari al 80% delle spese riconosciute ammissibili;

IV.     per iniziative di cui al punto 1, lettera c) il contributo è pari al 60% delle spese riconosciute ammissibili;

V.     le percentuali contributive sulle spese riconosciute ammissibili e cui ai precedenti commi possono essere ridotte proporzionalmente fino al 30% qualora per la loro realizzazione non sussistano condizioni particolarmente onerose o sfavorevoli o non apportino innovazioni e/o valore aggiunto di particolare rilievo.