In vigore al

RICERCA:

In vigore al: 21/11/2014

c) Decreto del Presidente della Provincia 5 luglio 2001, n. 411) 2)
Regolamento per l'appalto e l'esecuzione di lavori pubblici

Visualizza documento intero
1)

Pubblicato nel Suppl. n. 1 al B.U. 24 luglio 2001, n. 30.

2)

Ai sensi dell'art. 4, comma 1, del D.P.P. 26 ottobre 2009, n. 48, il presente decreto è abrogato „nelle parti in cui non attiene a profili di organizzazione e contabilità amministrative“.

Art. 7 (Compiti del direttore dei lavori e del coordinatore della sicurezza per l'esecuzione)

(1) Il direttore dei lavori assicura nell'interesse dell'amministrazione committente l'esecuzione a regola d'arte dei lavori e la loro conformità al progetto e al contratto.

(2) Il direttore dei lavori è responsabile del coordinamento dell'attività delle varie imprese operanti in cantiere e gestisce i rapporti con l'appaltatore sugli aspetti tecnici ed economici del contratto.

(3) Il direttore dei lavori, in aggiunta ai compiti previsti dall'articolo 10 della legge, in particolare:

  1. attesta, prima dell'appalto dei lavori, l'accessibilità delle aree e degli immobili interessati dai lavori secondo le indicazioni risultanti dagli elaborati progettuali;
  2. impartisce ordini di servizio all'appaltatore;
  3. verifica il conseguimento degli standard qualitativi;
  4. ha la responsabilità per l'accettazione dei materiali;
  5. comunica all'appaltatore le disposizioni dell'amministrazione committente;
  6. redige i verbali di consegna, di consegna parziale, di sospensione, di sospensione parziale, di ripresa e di ultimazione dei lavori, nonché tutti gli altri verbali attinenti all'esecuzione dell'opera e previsti dalle disposizioni vigenti; provvede alla comunicazione agli enti previdenziali, assistenziali ed all'ispettorato del lavoro dell'inizio e della fine dei lavori;
  7. esprime parere sulle proroghe del termine di ultimazione dei lavori e le stesse comunica all'appaltatore;
  8. verifica periodicamente il possesso da parte dell'appaltatore e del subappaltatore della documentazione prevista dalle leggi vigenti anche in materia di lavoro e previdenziale, rifiutando la predisposizione dei documenti per il pagamento di acconti o per il saldo in caso di mancanza od irregolarità della documentazione stessa e richiede all'appaltatore le dichiarazioni liberatorie dei subappaltatori;
  9. segnala con una relazione dettagliata al responsabile di progetto le ripetute e gravi violazioni degli obblighi contrattuali;
  10. ordina, in caso di risoluzione del contratto, l'allontanamento delle imprese e dei lavoratori autonomi dal cantiere;
  11. ordina all'appaltatore la sostituzione del personale dell'appaltatore operante in cantiere per insubordinazione, incapacità o grave negligenza;
  12. assiste il responsabile di progetto nelle procedure da espletarsi e nel coordinamento dei soggetti partecipanti all'esecuzione dei lavori;
  13. comunica al responsabile di progetto le circostanze che possono incrementare il costo dell'appalto, concorda i nuovi prezzi e predispone le eventuali varianti al progetto esecutivo;
  14. comunica al responsabile di progetto i ritardi nell'esecuzione dei lavori rispetto ai termini stabiliti;
  15. comunica all'amministrazione committente il proprio benestare per il subappaltatore, di cui all'articolo 54 della legge;
  16. predispone gli atti contabili di propria competenza e verifica la regolarità formale e sostanziale degli atti contabili redatti dall'assistente di cantiere o da altri componenti l'ufficio di direzione dei lavori;
  17. redige la relazione sulle riserve iscritte dall'appaltatore nei registri contabili entro i termini prescritti, e predispone e trasmette al responsabile di progetto la relazione riservata per l'accordo bonario;
  18. trasmette al Sindaco del comune in cui sono eseguiti i lavori, l'avviso ai creditori di cui all'articolo 106. Nel caso in cui tale avviso non risultasse necessario, allega allo stato finale specifica dichiarazione;
  19. ordina all'appaltatore di pagare, a seguito della pubblicazione degli avvisi ai creditori, i crediti riconosciuti;
  20. redige la relazione relativa alla contabilità finale dei lavori;
  21. verifica l'esistenza delle condizioni di cui all'articolo 124;
  22. assiste all'attività di collaudo;
  23. rilascia il certificato di regolare esecuzione per i lavori che non necessitano di collaudo;
  24. cura la costante verifica di validità del piano di manutenzione;
  25. presenta al responsabile di progetto un rapporto mensile sull'andamento dei lavori;
  26. se incaricato dall'amministrazione committente, svolge le funzioni del coordinatore per l'esecuzione dei lavori previste dalla vigente normativa sulla sicurezza nei cantieri e cura la costante verifica di validità del fascicolo contenente le informazioni utili ai fini della prevenzione e della protezione rispetto ai rischi cui sono esposti i lavoratori, in conformità a quanto previsto dalla normativa di recepimento della direttiva 92/57/CEE riguardante la sicurezza nei cantieri;
  27. esegue almeno una visita in cantiere ogni settimana. 6)

(4) Il coordinatore della sicurezza per l'esecuzione dei lavori assolve le seguenti funzioni:

  1. verificare, con opportune azioni di coordinamento e controllo, l'applicazione, da parte delle imprese esecutrici e dei lavoratori autonomi, delle disposizioni loro pertinenti contenute nel piano di sicurezza e di coordinamento previsto dalla vigente normativa e il corretto svolgimento delle relative procedure di lavoro;
  2. verificare l'idoneità del piano operativo di sicurezza, da considerare come piano complementare di dettaglio del piano di sicurezza e coordinamento previsto dalla normativa vigente, assicurandone la coerenza con quest'ultimo, e adeguare il piano di sicurezza e coordinamento e il fascicolo in relazione all'evoluzione dei lavori ed alle eventuali modifiche intervenute, valutando le proposte delle imprese esecutrici dirette a migliorare la sicurezza in cantiere, nonché verificare che le imprese esecutrici adeguino, se necessario, i rispettivi piani operativi di sicurezza, anche con riferimento alla formazione della sicurezza di tutte le maestranze occupate nel cantiere;
  3. organizzare tra i datori di lavoro, ivi compresi i lavoratori autonomi, la cooperazione ed il coordinamento delle attività, nonché la loro reciproca informazione;
  4. verificare l'attuazione di quanto previsto negli accordi tra le parti sociali al fine di realizzare il coordinamento tra i rappresentanti della sicurezza finalizzato al miglioramento della sicurezza in cantiere;
  5. segnalare al committente o al responsabile dei lavori, previa contestazione scritta alle imprese e ai lavoratori autonomi interessati, le inosservanze alle disposizioni e alle prescrizioni previste dalla vigente normativa e proporre la sospensione dei lavori, l'allontanamento delle imprese o dei lavoratori autonomi dal cantiere o la risoluzione del contratto. Nel caso in cui il committente o il responsabile dei lavori non adotti alcun provvedimento in merito alla segnalazione, senza fornire idonea motivazione, il coordinatore per l'esecuzione provvede a dare comunicazione dell'inadempimento all'Ufficio tecnica della sicurezza e all'ispettorato provinciale del lavoro;
  6. sospendere in caso di pericolo grave ed imminente, direttamente riscontrato, le singole lavorazioni fino alla verifica degli avvenuti adeguamenti effettuati dalle imprese interessate;
  7. adottare le misure necessarie affinchè soltanto le persone autorizzate possano accedere al cantiere, previo accertamento della corretta iscrizione degli operai nel libro giornale delle presenze; segnalare i casi di comprovata inosservanza alla direzione lavori, al committente, agli enti contributivi ed assicurativi ed alla Ripartizione provinciale lavoro. 7)
6)

Il comma 3 è stato sostituito dall'art. 4 del D.P.P. 25 luglio 2003, n. 29.

7)

La lettera g) è stata aggiunta dall'art. 2 del D.P.P. 20 aprile 2005, n. 16, e successivamente sostituita dall'art. 1 del D.P.P. 8 agosto 2005, n. 36.

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionA Finanziamento di opere pubbliche
ActionActionB Espropriazioni per causa pubblica utilità
ActionActionC Disposizioni procedurali
ActionActiona) Legge provinciale 21 ottobre 1992, n. 38
ActionActionb) Decreto del Presidente della Giunta provinciale 31 maggio 1995, n. 25 
ActionActionc) Decreto del Presidente della Provincia 5 luglio 2001, n. 41
ActionActionDisposizioni generali
ActionActionSoggetti titolari della programmazione e dell'esecuzione dei lavori pubblici
ActionAction Art. 4 (Attribuzioni e compiti del coordinatore unico)
ActionAction Art. 5 (Funzioni e compiti del responsabile di progetto)
ActionAction Art. 6 (Specificazione dei compiti del coordinatore unico e del responsabile di progetto)
ActionAction Art. 7 (Compiti del direttore dei lavori e del coordinatore della sicurezza per l'esecuzione)
ActionAction Art. 7/bis (Responsabilità del direttore lavori)
ActionAction Art. 8 (Assistente di cantiere)
ActionActionRealizzazione del ciclo dei lavori pubblici - la progettazione
ActionActionScelta del contraente
ActionActionDisposizioni generali
ActionActionLavori in economia
ActionActionGaranzie
ActionActionContratto
ActionActionEsecuzione dei lavori
ActionActionDisposizioni generali
ActionActionContabilità dei lavori
ActionActionCollaudo tecnico-amministrativo dei lavori
ActionActionDisposizioni preliminari
ActionActionVisita e procedimento di collaudo
ActionActionAccordo bonario e giudizio arbitrale
ActionActionNorme finali e transitorie
ActionActiond) Decreto del Presidente della Provincia 6 maggio 2002, n. 14
ActionActione) Decreto del Presidente della Provincia25 marzo 2004, n. 11 
ActionActionf) Legge provinciale 16 novembre 2007, n. 12
ActionActiong) Decreto del Presidente della Provincia 26 ottobre 2009 , n. 48
ActionActionh) Legge provinciale 19 gennaio 2012, n. 3
ActionActionj) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA 5 luglio 2001, n. 41
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Territorio e paesaggio
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico