In vigore al

RICERCA:

In vigore al: 21/11/2014

T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 399 del 17.09.2003
Appalti pubblici di servizi di valore comunitario - obbligo di procedura concorrenziale - formalità pubblicitarie -eccezionalità della trattativa privata - illegittimità dell'affidamento a soggetto che ha curato la fase progettuale - risarcimento danni per perdita di chance: criteri

Sentenza del 17 settembre 2003, n. 399; Pres. ff. Rossi Dordi, Est. Widmair
 
Nel settore degli appalti di servizi di valore comunitario, l'Amministrazione è tenuta ad aggiudicare l'appalto mediante gara ed ha l'obbligo di osservare precise ed inderogabili forme di pubblicità tassativamente indicate dal D.Lgs. 17 marzo 1995 n. 157, le quali sono le sole in grado di dare conoscenza legale dell'appalto, anche ai fini del decorso del termine per l'impugnazione. Ne consegue che l'Amministrazione, che abbia illegittimamente omesso la procedura concorrenziale e le prescritte formalità pubblicitarie non può attribuire efficacia di conoscibilità legale a forme diverse, come ad una pubblicazione sull'albo pretorio ovvero ad una pubblicazione su sito “web”, che tra l'altro, a tutt'oggi, è ancora priva di piena efficacia legale per la mancata emanazione di norme attuative.
 
I precetti nazionali e comunitari in materia di appalti di servizi di rilievo comunitario consentono alle Amministrazioni pubbliche di fare ricorso alla trattativa privata soltanto nelle ipotesi tassativamente previste, disponendo che “in tutti gli altri casi le Amministrazioni aggiudicano gli appalti pubblici di servizi con procedura aperta ovvero con procedura ristretta” (art. 11 co. 4 Direttiva CEE n. 92/50; art. 7 co. 3 D.Lgs. n. 157/1995).
 
L'oggetto del gravame deve essere individuato in base a criteri sostanziali e non in base a mere prospettazioni formali, occorrendo riferirsi all'effettiva volontà del ricorrente, desumibile dal ricorso nel suo insieme, ancorchè l'atto impugnato non sia precisamente indicato.
 
E' illegittimo – per erronea applicazione dell'art. 7 co. 2 lett. f) del D.Lgs. 17 marzo 1995 n. 157 – l'affidamento a trattativa privata dell'esecuzione di un appalto pubblico di servizi a chi abbia curato la sua fase progettuale, in vista di finanziamenti pubblici e con prestazioni collaborative svolte solo in via informale. La norma citata, infatti, consente il ricorso a trattativa privata, senza bando di gara, nel caso specifico in cui il nuovo servizio da assegnare consista nella ripetizione di analoghi servizi in corso, a carattere continuativo o periodico, già affidati allo stesso prestatore.
 
In tema di risarcimento del danno per mancata aggiudicazione dell'appalto di servizi (a rilevanza comunitaria), che sia stato illegittimamente affidato a trattativa privata, il danno va riferito alla perdita di chance, potendo avvenire solo per equivalente. In tal caso il quantum del risarcimento va determinato ipotizzando, in via di medie e presunzioni, quale sarebbe stato il numero di partecipanti alla gara, se gara vi fosse stata, e dividendo l'utile d'impresa (quantificato in via forfetaria in misura pari al 10% del prezzo base dell'appalto; art. 345 L. 20 marzo 1865 n. 2248 all. F)) per il numero di partecipanti: il quoziente che ne risulta costituisce quindi la misura del danno risarcibile.
indice
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 31 del 31.01.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 34 del 31.01.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 35 del 03.02.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 39 del 05.02.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 40 del 05.02.2003
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 41 vom 10.02.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 48 del 12.02.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 51 del 12.02.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 52 del 14.02.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 62 del 20.02.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 66 del 28.02.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 76 del 10.03.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 77 del 11.03.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 95 del 17.03.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 96 del 17.03.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 107 del 17.03.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 123 del 02.04.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 133 del 08.04.2003
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 150 vom 24.04.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 158 del 28.04.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 165 del 30.04.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 166 del 30.04.2003
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 172 vom 05.05.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 176 del 07.05.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 189 del 14.05.2003
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 194 vom 15.05.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 210 del 20.05.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 213 del 20.05.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 215 del 23.05.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 218 del 28.05.2003
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 259 vom 07.06.2003
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 251 vom 16.06.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 263 del 19.06.2003
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 280 vom 26.06.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 297 del 04.07.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 298 del 04.07.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 306 del 14.07.2003
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil N. 342 del 19.08.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 366 del 29.08.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 388 del 11.09.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 399 del 17.09.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 403 del 17.09.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 411 del 27.09.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 416 del 29.09.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 426 del 01.10.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 429 del 01.10.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 461 del 20.11.2003
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 474 vom 24.11.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 474 del 24.11.2003
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 475 vom 24.11.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 495 del 27.11.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 502 del 29.11.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 509 del 04.12.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 517 del 10.12.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 557 del 30.12.2003
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 375 del 01.09.2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1989
ActionActionIndice cronologico