In vigore al

RICERCA:

In vigore al: 21/11/2014

Delibera N. 1579 del 21.05.2001
Approvazione dei criteri transitori per l'assegnazione del personale dell'amministrazione scolastica per l'anno scolastico 2001/2002

Allegato A

CRITERI TRANSITORI PER L’ASSEGNAZIONE DEL PERSONALE DELL’AMMINISTRAZIONE SCOLASTICA PER L’ANNO SCOLASTICO 2001/2002

 

1. Amministrazione scolastica

1.1. I ruoli speciali del personale dell’amministrazione scolastica comprendono il personale amministrativo, tecnico ed ausiliario delle scuole di istruzione pubblica a carattere statale, delle scuole della formazione professionale, della formazione professionale agricola e di economia domestica nonché dei circoli didattici di scuola materna.

1.2. La dotazione organica dei ruoli speciali viene stabilita, ai sensi della normativa vigente separatamente per il gruppo linguistico italiano, tedesco e ladino.

 

2. Contingente del personale

2.1. Il contingente complessivo del personale dell’amministrazione scolastica viene stabilito, fino ad un calcolo più approfondito del fabbisogno, in 1780 posti a tempo pieno.

2.2. Per un miglior utilizzo delle risorse umane, tenendo conto d’altra parte delle effettive esigenze delle singole strutture, sono da valutare la possibilità e l’opportunità di posti di lavoro a tempo parziale nonchè di impegni del personale in più strutture scolastiche vicine.

 

3. Conservatorio di musica

3.1. Per il Conservatorio di musica “Cl. Monteverdi” di Bolzano vengono ripartiti i relativi posti tra i tre gruppi linguistici secondo la normativa provinciale sulla proporzionale etnica. I singoli dipendenti vengono riportati nei rispettivi ruoli del loro gruppo lingustico.

3.2. Al Conservatorio di musica è assegnato un contingente complessivo di 21 posti. Un’eventuale modifica del contingente e la distribuzione dei posti fra le singole qualifiche funzionali avviene in sede della rideterminazione annuale degli organici.

 
4. Segretari scolastici

4.1. Alle singole direzioni di scuola di ogni ordine e grado è assegnato un posto amministrativo nella VI. qualifica funzionale.

4.2. Alle direzioni delle scuole secondarie superiori, nonché alle direzioni delle scuole professionali provinciali, competenti per più scuole aggregate o sezioni staccate, può essere assegnato un ulteriore posto amministrativo, anche a tempo parziale, nella VI. qualifica funzionale. Allo stesso modo spetta un ulteriore posto anche alle strutture scolastiche  alle quali è affidata l’amministrazione di un convitto o di una azienda di esercitazione. Il secondo posto può essere anche occupato nella IV. qualifica funzionale (in aggiunta ai posti previsti dagli indici).
4.3. Alle scuole secondarie superiori con un numero di alunni superiore a 500, nonchè alle scuole di base con un numero di alunni superiore a 600 può essere assegnato un ulteriore posto amministrativo, anche a tempo parziale, nella VI. qualifica funzionale. Allo stesso modo può essere assegnato un posto a tempo parziale nella VI. qualifica funzionale anche agli istituti pluricomprensivi con un numero di alunni superiore a 300. In tal caso il posto aggiuntivo nella VI. qualifica funzionale diminuisce, tuttavia, il contingente previsto al punto 9) per il personale amministrativo della IV. qualifica funzionale.

4.4. La copertura di un secondo posto amministrativo nella VI. qualifica funzionale avviene su richiesta dell’istituto scolastico interessato. In sede della realizzazione dei piani di dimensionamento scolastico avviene, invece, d’ufficio in seguito alla scelta delle sedi di servizio da parte del personale perdente posto ed a condizione che nella struttura scolastica ci sia un posto della IV. qualifica funzionale scoperto da titolare con contratto di lavoro a tempo indeterminato.

 
5. Biblioteche scolastiche
5.1. Ai sensi delle norme vigenti possono essere assegnati, alle biblioteche interscolastiche, alle biblioteche di grandi scuole ed ai servizi bibliotecari di scuole consorziate, fino a due posti amministrativi, anche a tempo parziale, nella VII., VI. o IV. qualifica funzionale, tenendo conto della complessità delle funzioni della relativa biblioteca.

5.2. Viene riservato per le biblioteche scolastiche un contingente di complessivi 40 posti, di cui 27 sono previsti per il gruppo linguistico tedesco, 11 per quello italiano e 2 per quello ladino.

 

6. Circoli didattici di scuola materna

6.1. Ai circoli didattici per le scuole materne possono essere assegnati fino a due posti amministrativi, anche a tempo parziale, di cui 1 nella VI. e 1 nella IV. qualifica funzionale.

 

7. Personale tecnico

7.1. Per le scuole secondarie superiori e per le scuole professionali possono essere istituiti posti per personale tecnico nella IV., V. e VI. qualifica funzionale.

7.2. L’istituzione di detti posti avviene su richiesta motivata delle rispettive scuole e a seguito di parere positivo della competente Intendenza scolastica e/o della competente Ripartizione per la formazione professionale. In tale contesto devono essere dimostrate le esigenze di servizio e l’attrezzatura disponibile della scuola, nonchè l’impegno orario del dipendente.

7.3. Ad ogni scuola secondaria superiore e ad ogni scuola professionale è assegnato almeno un posto per personale tecnico della IV. qualifica funzionale. Agli istituti tecnici industriali e per geometri, agli istituti d’arte, agli istituti professionali per l’industria e l’artigianato può essere assegnato fino ad un posto per ogni indirizzo, all’istituto tecnico agrario, invece, fino a due posti per ogni corso completo.

7.4. All’istituto tecnico agrario viene assegnato inoltre un dipendente tecnico nella IV. qualifica funzionale in qualità di coordinatore dell’azienda agricola.

7.5. Possono essere istituiti posti per personale tecnico nella VI. qualifica funzionale esclusivamente nelle scuole secondarie superiori e scuole professionali i cui piani di studio prevedano l’insegnamento pluriennale nelle materie tecniche e/o scientifiche, rendendo quindi particolarmente necessario un alto livello di attrezzatura tecnica della scuola, per la cui cura viene richiesto al dipendente tecnico una maggior formazione professionale ed una elevata responsabilità.

7.6. All’istituto professionale per i servizi economici-aziendali e turistici “Cl. von Medici” di Malles con aggregato istituto superiore per sport invernali sono riservati 12 posti per incarichi di personale allenatore.

7.7. E  riservato un contingente complessivo di 130 posti di personale tecnico, di cui 87 sono previsti per il gruppo linguistico tedesco, 36 per quello italiano e 7 per quello ladino.

7.8. All’interno del contingente sopraindicato sono riservati 28 posti di personale tecnico per la formazione professionale (18 posti per la formazione professionale tedesca e ladina e 10 posti per quella in lingua italiana). Sono riservati inoltre 20 posti, da distribuirsi in base alle effettive esigenze territoriali, per il personale tecnico addetto alla assistenza e consulenza delle attrezzature EDP presso le singole strutture scolastiche.

 

8. Gestori di magazzino

8.1. Agli istituti tecnici industriali, agli istituti professionali per l’industria e l’artigianato, agli istituti tecnici per attività sociali e agli istituti d’arte nonchè alle scuole professionali provinciali alberghiere ed a quelle per l’industria e l’artigianato può essere assegnato, nell’ambito del contingente del personale tecnico, un gestore di magazzino.

 

9. Personale amministrativo della IVa qualifica funzionale

9.1. Il numero dei posti amministrativi nella IV. qualifica funzionale delle direzioni di scuola di ogni ordine e grado con esclusione dei circoli didattici di scuola materna, è determinato tenendo conto sia del numero degli alunni sia del grado e del tipo di scuola.

9.2. Per il calcolo del numero dei posti di cui sopra vengono fissati i seguenti indici (gli indici stabiliti per le scuole di base sono calcolati in base alla mezza differenza fra gli indici finora vigenti per le scuole elementari e le scuole medie):

 

Schulstufe/Schultyp*

grado/tipo di scuola*

Schulsprengel; Grund- und Mittelschulsprengel im Auslauf

Scuole di base; Scuole elementari e medie ad esaurimento

Schülerzahl

numeri di alunni

1 – 50

51 – 270

271 – 430

431 – 670

671 – 910

ab/da 911 je/ogni 240

Stellenplan**

organico**

0

1

2

3

4

zusätz./in aggiunta 1

Oberschulen, Schulstufenübergreifende u. mehrere Schulstufen übergreifende Schulen

Scuole medie superiori, Istituti comprensivi e pluricomprensivi

1 – 35

36 – 210

211 – 350

351 – 515

516 – 680

ab/da 681 je/ogni 165

0

1

2

3

4

zusätzl./in aggiunta 1

Berufsschulen

Scuole professionali

1 – 63

64 – 188

189 – 375

376 – 625

ab/da 626 je/ogni 234

0

1

2

3

zusätzl./in aggiunta 1

*

d)     Scuola di base = Schulsprengel: neue siebenjährige Primarstufe + auslaufende Grundschule + auslaufende Mittelschule; nuova scuola primaria settennale + scuola elementare ad esaurimento + scuola media ad esaurimento.

e)     Istituto comprensivo = schulstufenübergreifende Direktion: Schulsprengel + Kindergarten; scuola di base + scuola materna.

f)     Istituto pluricomprensivo = mehrere Schulstufen übergreifende Schule: vom Kindergarten bis zur Oberschule; dalla scuola materna alla scuola superiore.

**

Die Kennzahlen sind indikativ, weshalb im Verhältnis zur Schülerzahl auch nur Teilzeitstellen zugewiesen werden können. In der Regel wird die letzte Stelle in Vollzeit nur zugewiesen, wenn die betreffende Schülerkennzahl um die Hälfte überschritten wird.

Gli indici sono a titolo indicativo, per cui in rapporto al numero degli alunni possono anche essere assegnati solamente posti a tempo parziale. Di regola l’ultimo posto è assegnato a tempo pieno qualora l’indice di riferimento del numero degli alunni venga superato per la metà.


10. Personale ausiliario

10.1. Il numero dei posti del personale ausiliario delle scuole di ogni ordine e grado è determinato tenendo conto sia delle superfici da pulire e da curare (lavori di pulizia) sia del numero degli alunni (compiti generici).

Per il calcolo del fabbisogno dei posti di personale ausiliario vengono stabiliti, fino ad una definizione del problema di assegnazione del personale ausiliario alle scuole di base, i seguenti indici:

a)     compiti di pulizia

tutti i tipi di scuole, limitatamente al personale provinciale:

1 posto ogni 1017 m² di superficie da pulire;

b)     compiti generici

-Scuole di base, limitatamente al numero degli alunni delle scuole medie:

-     Scuole medie ad esaurimento,

-     Scuole secondarie superiori,

-     Istituti comprensivi e pluricomprensivi, limitatamente al numero degli alunni delle scuole medie e superiori:

1 posto ogni 187 alunni,

-     Scuole professionali:

1 posto ogni 311 alunni

10.2. I posti per il personale ausiliario vengono assegnati in presenza dell’indice completo. In caso di un’eccedenza del 50% dell’indice (509 m²) viene concesso un posto a tempo parziale. Ad ogni modo viene assegnato a ciascuna scuola almeno un posto a tempo pieno di personale ausiliario.

10.3. Per la manutenzione delle piscine scolastiche è istituito nelle competenti sedi di servizio un posto nella II., III. o IV. qualifica funzionale.

10.4. Per i lavori nell’azienda di esercitazione all’Istituto tecnico agrario di Ora possono essere assegnati fino a 2 posti nella II. o III. qualifica funzionale.

10.5. Per un più funzionale servizio di pulizia e manutenzione delle grandi palestre e/oppure impianti sportivi che vengono utilizzati da più scuole dello stesso tipo ovvero da scuole di grado o tipo diverso, sono previste le seguenti modalità:

a) qualora le scuole interessate appartengano alla medesima lingua di insegnamento, il servizio di manutenzione dell’impianto viene conferito a un’unica scuola. In tal caso a detta scuola viene assegnata l’intera superficie da pulire per il calcolo del personale il quale poi deve provvedere al servizio di pulizia e manutenzione dell’impianto durante tutte le ore di educazione fisica delle scuole interessate;

b) nel caso in cui si tratti di scuole di diversa lingua d’insegnamento, il servizio di manutenzione dell’impianto può essere conferito a due scuole con lingua di insegnamento diversa. Il calcolo del personale viene ripartito in base alla quota percentuale, di ogni gruppo linguistico, di utilizzo settimanale per le ore di educazione fisica; il personale calcolato viene ripartito in proporzione alle due scuole con diversa lingua d’insegnamento.

10.6. Viene stabilito d’intesa fra le singole direzioni interessate a quale scuola e/o a quali scuole viene affidata la manutenzione delle maxi-palestre. In caso di mancato accordo l’incarico avviene d’ufficio.

10.7. La stessa forma prevista per le grandi palestre può essere applicata anche per laboratori e officine comuni nonchè per piccole succursali ubicate negli edifici di scuole vicine.

10.8. Alle palestre plurifunzionali dotate di alloggio di servizio è assegnato un posto di custode.

10.9. Nelle scuole di base nonchè negli istituti comprensivi e pluricomprensivi i servizi ausiliari vengono espletati, fino ad una soluzione definitiva, sia dal personale provinciale che comunale. E  concessa tuttavia anche, tramite apposita convenzione con il comune competente ed a condizione del rimborso delle spese, l’assunzione di tutto il servizio di pulizia da parte del personale provinciale. In questo caso gli spazi comuni vengono contati a favore della scuola concessionaria ed il personale necessario può essere assunto in soprannumero.

10.10. Qualora il servizio di pulizia venga dato in appalto a ditte private la metratura affidata non viene presa in considerazione per il calcolo dell'organico della scuola.

10.11. Il personale addetto alle attività extrascolastiche viene assegnato in base a criteri e modalità stabiliti con provvedimento separato.

 

11. Personale di pulizia, domestico e specializzato delle scuole professionali

11.1 Per i servizi di pulizia, domestici e specializzati da svolgere presso le scuole professionali, nonchè presso le scuole professionali per l’agricoltura ed economia domestica ed i convitti annessi non sono previsti indici precisi per il calcolo del fabbisogno di personale. È riservato pertanto un contingente di 180 posti complessivi, di cui no. 30 nella V. o IV. qualifica funzionale, no. 90 nella III. o II. e no. 60 nella I. qualifica funzionale. L’assegnazione ai singoli gruppi linguistici avviene in sede della determinazione annuale dei relativi organici.

 

12. Aggiunte di personale

12.1. In aggiunta al personale amministrativo della IV. qualifica funzionale e al personale ausiliario, assegnato in base agli indici di cui al punto 9) e punto 10), ma sempre nel rispetto della dotazione complessiva stabilita per l’amministrazione scolastica, possono essere concesse ulteriori aggiunte di personale in base ai seguenti fattori. In tale contesto deve essere dimostrato che gli stessi comportino per la scuola un effettivo maggior impegno:

a) complessità dell’istituzione scolastica determinata dalla presenza contemporanea di alcuni di questi elementi: tempo prolungato, attività extracurricolari in orario pomeridiano o serale, corsi di istruzione e formazione tecnica superiore, corsi post-diploma, progetti didattici di determinata dimensione ecc.;

b) esigenze delle scuole delle località ladine, limitatamente al personale amministrativo;

c) sezioni staccate e/o succursali presso le quali si rende necessario di garantire un minimo servizio amministrativo;

d) collaborazione continua della segreteria scolastica in progetti, consulenze ed altre attività interscolastiche a livello provinciale o di circondario;

e) scuole di base con numero molto elevato di plessi ubicati in comuni diversi;

f) presenze particolarmente elevate di personale invalido;

g) aule speciali, limitatamente al personale di pulizia;

h) rapporto superficie – alunni particolarmente basso, limitatamente al personale di pulizie;

i) altre gravi circostanze non prevedibili e non previste in questi criteri.

12.2 Le sopracitate aggiunte di personale vengono accertate e assegnate in unità di posti a tempo parziale.

12.3. In totale può essere concesso in aggiunta un solo posto a tempo pieno nella IV. e uno nella II. qualifica funzionale per scuola.

12.4. Nell’assegnazione di aggiunte di personale amministrativo si tiene conto inoltre anche dell’effettivo numero degli alunni e precisamente della posizione dello stesso nel campo previsto dagli indici di cui al punto 9) tra il numero minimo e quello massimo. Qualora il numero degli alunni è più vicino al numero minimo, non viene concesso il primo posto a tempo parziale.

 

13. Posti in prestito

13.1. Al fine di evitare situazioni difficili nelle singole strutture ed al fine di un efficace utilizzo del personale, il competente ufficio del personale è autorizzato in qualsiasi momento a prestare temporaneamente ad altre scuole dello stesso gruppo linguistico, sentite le direzioni interessate e per un periodo massimo di un anno, posti occupati o non occupati assegnati in base a questi criteri a determinate scuole e in ogni caso non necessariamente utilizzati.

13.2. Nello stesso modo eventuali posti vacanti assegnati a scuole di un gruppo linguistico, possono essere dati in prestito temporaneamente a scuole di un altro gruppo linguistico.

 

14. Scadenze

14.1. L’assegnazione del personale dell’amministrazione scolastica avviene per anno solare.

14.2. Al fine di una maggiore funzionalità nell’emanazione degli organici annuali vengono stabiliti i seguenti termini ordinari:

-31 ottobre:

le direzioni comunicano all’uffico personale competente:

- gli spazi della loro struttura, superficie da pulire, sezioni staccate e succursali, partecipazione a maxi-palestre ecc.;

- l’effettivo numero degli alunni, l’effettivo numero delle classi nonchè fattori per cui richiedono eventuali aggiunte di personale;

-30 novembre:

approvazione del nuovo organico;

-1 gennaio – 31 dicembre:

assegnazione del personale in base ai nuovi organici.

 

15. Copertura dei posti

15.1. La copertura annuale dei posti vacanti nonchè l’assegnazione dei dipendenti alle nuove strutture scolastiche in sede della realizzazione del piano di dimensionamento delle direzioni scolastiche avviene nel rispetto del seguente ordine:

-perdenti posto del medesimo profilo professionale,

-perdenti posto di un altro profilo professionale (qualora siano in possesso dei requisiti per un nuovo profilo),

-trasferimenti,

-conferimento di incarichi a tempo indeterminato,

-conferimento di incarichi a tempo determinato.

15.2. Per la copertura di posti vacanti e per l’assegnazione del personale a nuove strutture scolastiche, nonchè per l’assegnazione del personale a istituti costituitisi in seguito ad accorpamento di più strutture scolastiche, viene presa in considerazione, come criterio per l’individuazione del personale avente diritto alla permanenza e/o perdente posto, l’anzianità di servizio maturata alle dipendenze dell’amministrazione provinciale, compreso l’eventuale servizio effettivo precedentemente prestato nell’amministrazione scolastica statale. Rimane, quindi, titolare del posto il dipendente con la maggiore anzianità di servizio e viene considerato, invece, perdente posto il dipendente con minore anzianità di servizio, al quale in base a questi criteri non può essere mantenuto il posto nella istituzione scolastica di appartenenza e/o in quella costituitasi ex novo per effetto di accorpamento. Resta salva, in ogni caso, la facoltà di scelta per  il segretario scolastico al quale, nell’ambito della nuova struttura, può essere offerto solo un posto amministrativo aggiuntivo dello stesso profilo professionale oppure un posto di altro profilo professionale della stessa qualifica funzionale.

 

16. Ordine delle operazioni

16.1. In caso di accorpamento di più istituzioni scolastiche o parti delle stesse, ad avvenuta determinazione del numero del personale spettante si procede all’assegnazione dello stesso nell’ordine di anzianità, prendendo in considerazione tutto il personale appartenente alle strutture precedenti.

16.2. Per l’assegnazione a nuovi posti nell’ambito dello stesso comune viene preso in considerazione l’ordine dell’anzianità di servizio sopra descritto. Per un reimpiego del personale perdente posto in un comune diverso vengono elaborate, a livello di circondario, delle graduatorie secondo i criteri previsti dal vigente regolamento sui trasferimenti del personale provinciale con assegnazione prioritariamente alle strutture scolastiche coinvolte dal piano di dimensionamento.

16.3. Al personale perdente posto vengono offerti dei posti disponibili nell’ambito dello stesso comune e, in seconda fase, a livello di circondario (distretti scolastici, vedasi delibera della G.P. no. 865/1992). Possono essere offerti, tuttavia, anche dei posti situati in comuni appartenenti ad altro circondario per i quali i perdenti posto si sono dichiarati disponibili.

16.4. Per il personale perdente posto con contratto di lavoro a tempo determinato, l’eventuale reimpiego avviene nell’ordine dell’apposita graduatoria per assunzioni a tempo determinato.

 

17. Norme transitorie

17.1. Al personale perdente posto vengono offerti i posti risultanti vacanti al momento o che si renderanno disponibili in tempo prevedibile.

17.2. Ai fini dell’espletamento dei servizi ausiliari alle scuole di base nonchè agli istituti comprensivi e pluricomprensivi viene messo a disposizione, fino ad una soluzione definitiva, il personale ausiliario in servizio presso le scuole medie. In sede di questa nuova assegnazione si tiene conto di una adeguata distribuzione dei posti fra le singole direzioni.

17.3. Il personale con contratto a tempo indeterminato al quale, in sede della realizzazione del piano di dimensionamento scolastico, non può essere conferito un adeguato posto vacante a livello di circondario, viene assegnato temporaneamente ad una delle strutture scolastiche. Questo personale può essere impegnato anche in sostituzione di personale assente, inquadrato nel profilo professionale medesimo o analogo.

17.4. La dotazione organica di cui al punto 2.1. deve essere raggiunta entro l’anno scolastico 2001/2002. Eventuale personale soprannumerario, in particolare quello dei servizi ausiliari, deve essere ridotto tramite non copertura dei posti resisi disponibili per pensionamenti, dimissioni e trasferimenti.

 

18. Norma finale

18.1. Per l’anno scolastico 2002/2003 l’Amministrazione provinciale provvede ad un riesame del fabbisogno del personale dell’amministrazione scolastica tenendo conto degli effetti dell’autonomia scolastica nonchè delle problematiche connesse ai piani di dimensionamento delle istituzioni scolastiche. Se ciò non fosse possibile per motivi contingenti di tempo o per qualsiasi altra causa, si continua ad applicare i presenti criteri.

indice
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionAction2020
ActionAction2019
ActionAction2018
ActionAction2017
ActionAction2016
ActionAction2015
ActionAction2014
ActionAction2013
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction2010
ActionAction2009
ActionAction Delibera N. 74 del 19.01.2009
ActionAction Delibera N. 2 del 12.01.2009
ActionAction Delibera N. 135 del 19.01.2009
ActionAction Delibera N. 189 del 26.01.2009
ActionAction Delibera N. 278 del 02.02.2009
ActionAction Delibera N. 331 del 09.02.2009
ActionAction Delibera N. 333 del 09.02.2009
ActionAction Delibera N. 478 del 16.02.2009
ActionAction Delibera N. 625 del 09.03.2009
ActionAction Delibera N. 755 del 16.03.2009
ActionAction Delibera N. 829 del 23.03.2009
ActionAction Delibera N. 922 del 30.03.2009
ActionAction Delibera N. 1150 del 27.04.2009
ActionAction Delibera N. 1185 del 27.04.2009
ActionAction Delibera 27 aprile 2009, n. 1181
ActionAction Delibera N. 1195 del 27.04.2009
ActionAction Delibera N. 1196 del 27.04.2009
ActionAction Delibera 4 maggio 2009, n. 1257
ActionAction Delibera 4 maggio 2009, n. 1264
ActionAction Delibera N. 1273 del 04.05.2009
ActionAction Delibera N. 1274 del 04.05.2009
ActionAction Delibera N. 1438 del 25.05.2009
ActionAction Delibera N. 1440 del 25.05.2009
ActionAction Delibera N. 1508 del 08.06.2009
ActionAction Delibera N. 1510 del 08.06.2009
ActionAction Delibera N. 1526 del 08.06.2009
ActionAction Delibera N. 1544 del 08.06.2009
ActionAction Delibera N. 1572 del 08.06.2009
ActionAction Delibera 15 giugno 2009, n. 1600
ActionAction Delibera N. 1588 del 08.06.2009
ActionAction Delibera N. 1605 del 15.06.2009
ActionAction Delibera N. 1665 del 22.06.2009
ActionAction Delibera N. 1703 del 22.06.2009
ActionAction Delibera N. 1816 del 06.07.2009
ActionAction Delibera N. 1853 del 13.07.2009
ActionAction Delibera N. 1829 del 13.07.2009
ActionAction Delibera N. 1931 del 27.07.2009
ActionAction Delibera N. 1958 del 27.07.2009
ActionAction Delibera N. 1977 del 13.08.2009
ActionAction Delibera N. 989 del 06.04.2009
ActionAction Delibera N. 1027 del 06.04.2009
ActionAction Delibera N. 2049 del 13.08.2009
ActionAction Delibera N. 1060 del 14.04.2009
ActionAction Delibera 24 agosto 2009, n. 2077
ActionAction Delibera N. 2201 del 07.09.2009
ActionAction Delibera N. 2209 del 07.09.2009
ActionAction Delibera 14 settembre 2009, n. 2264
ActionAction Delibera N. 2321 del 21.09.2009
ActionAction Delibera N. 2325 del 21.09.2009
ActionAction Delibera N. 2398 del 28.09.2009
ActionAction Delibera 28 settembre 2009, n. 2406
ActionAction Delibera N. 2510 del 19.10.2009
ActionAction Delibera N. 2740 del 09.11.2009
ActionAction Delibera N. 2717 del 09.11.2009
ActionAction Delibera N. 2756 del 16.11.2009
ActionAction Delibera N. 2780 del 16.11.2009
ActionAction Delibera N. 2789 del 16.11.2009
ActionAction Delibera Nr. 2800 vom 23.11.2009
ActionAction Delibera 23 novembre 2009, n. 2813
ActionAction Beschluss N. 2913 del 14.12.2009
ActionAction Delibera 14 dicembre 2009, n. 2911
ActionAction Delibera N. 2916 del 14.12.2009
ActionAction Delibera N. 2978 del 14.12.2009
ActionAction Delibera N. 3088 del 21.12.2009
ActionAction Delibera N. 3167 del 30.12.2009
ActionAction Delibera N. 3197 del 30.12.2009
ActionAction Delibera N. 2294 del 14.09.2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico