In vigore al

RICERCA:

In vigore al: 11/09/2012

j) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 10 febbraio 1998, n. 41)
Regolamento concernente le attività organizzate ed i trattamenti idrici, fisici e affini effettuati a scopo non terapeutico

1)
Pubblicato nel B.U. 3 marzo 1998, n. 10.

Art. 1 (Prestazioni)

(1) Le attività organizzate ed i trattamenti idrici, fisici e affini, a scopo non terapeutico, possono essere liberamente eseguiti salvo l'obbligo di preventiva autorizzazione del Sindaco a norma dell'articolo 15 della legge provinciale 13 gennaio 1992, n. 1. Quest'ultima non è richiesta qualora le attività e i trattamenti siano svolti all'interno di strutture ricettive e siano riservati esclusivamente alla clientela alloggiata.

(2) Dalle attività e dai trattamenti di cui al comma 1 sono esclusi tutti quelli riservati all'estetista, al cosmetista, al trainer del benessere ed al titolare di attività di solarium, che sono già regolamentati da apposite normative.2)

2)
L'art. 1, comma 2, è stato così sostituito dall'art. 1, comma 1, del D.P.P. 17 aprile 2012, n. 13.

Art. 2 (Locali e attrezzature)

(1) Per le attività ed i trattamenti di cui all'articolo 1, gli esercizi devono disporre di locali e attrezzature idonee dal punto di vista igienico sanitario.

Art. 3 (Personale)

(1) Durante lo svolgimento delle attività organizzate e per tutto il tempo necessario all'effettuazione del trattamento, i clienti devono essere assistiti da personale opportunamente istruito e, nei casi previsti dalla normativa vigente, in possesso delle relative qualifiche professionali.

(2) Il personale di assistenza deve essere in possesso del certificato medico attestante l'assenza di malattie contagiose.

Art. 4 (Accesso alle prestazioni)

(1) I clienti svolgono le attività organizzate e si sottopongono ai trattamenti sotto la propria responsabilità. Il responsabile dell'esercizio non è tenuto ad effettuare alcun accertamento sulle condizioni di salute dei clienti.

(2) Il responsabile dell'esercizio espone nei locali in cui si svolgono le attività organizzate e si effettuano i trattamenti, una tabella con l'elenco delle prestazioni offerte. L'elenco è trasmesso al responsabile del servizio per l'igiene e la sanità pubblica dell'unità sanitaria locale competente per territorio.

Art. 5 (Pubblicità)

(1) La pubblicità delle attività e delle prestazioni di cui al comma 2 dell'articolo 1 non può contenere riferimenti a eventuali effetti terapeutici.

Art. 6 (Vigilanza)

(1) La vigilanza sull'attività di cui al presente regolamento è esercitata dal medico igienista di distretto e dal personale del servizio per l'igiene e la sanità pubblica dell'unità sanitaria locale competente per territorio.

(2) Il regolamento del 16 marzo 1994, n. 7 è abrogato.

Il presente regolamento sarà pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare.

ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionA Servizio sanitario
ActionActionB Medicina preventiva-assistenza sanitaria
ActionActionC Igiene
ActionActiona) LEGGE PROVINCIALE 14 agosto 1963, n. 11
ActionActiona) LEGGE PROVINCIALE 24 dicembre 1975, n. 55
ActionActionb) Decreto del Presidente della Giunta provinciale 23 maggio 1977, n. 22
ActionActionc) LEGGE PROVINCIALE 12 agosto 1982, n. 28
ActionActiond) LEGGE PROVINCIALE 20 gennaio 1984, n. 2
ActionActione) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 9 novembre 1988, n. 29
ActionActionf) Decreto del Presidente della Giunta provinciale 16 novembre 1989, n. 29 
ActionActiong) Legge provinciale 13 gennaio 1992, n. 1
ActionActionh) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 28 aprile 1993, n. 12
ActionActioni) LEGGE PROVINCIALE 28 ottobre 1994, n. 10
ActionActionj) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 10 febbraio 1998, n. 4 —
ActionActionk) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 22 luglio 1998, n. 19
ActionActionl) Legge provinciale 3 luglio 2006, n. 6
ActionActionm) Decreto del Presidente della Provincia 15 maggio 2007, n. 33
ActionActionn) Decreto del Presidente della Provincia 13 giugno 2007, n. 37
ActionActiono) Legge provinciale 19 gennaio 2012, n. 1
ActionActionD Piano sanitario provinciale
ActionActionE Salute mentale
ActionActionF Accordi di lavoro
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Urbanistica
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico