In vigore al

RICERCA:

In vigore al: 11/09/2012

n) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 25 febbraio 1992, n. 71)
Determinazione dei requisiti generali dei presidi privati di riabilitazione diretti al recupero funzionale e sociale di soggetti affetti da minorazioni fisiche, neuropsichiche e sensoriali

Visualizza documento intero
1)

Pubblicato nel B.U. 31 marzo 1992, n. 14.

Art. 3 (Domanda di autorizzazione)

(1) Chiunque intenda aprire, ampliare, trasformare o trasferire in altra sede uno dei presidi di cui all'articolo 2 o comunque variare le attività già autorizzate deve inoltrare all'Assessorato provinciale alla Sanità apposita domanda corredata da idonea documentazione attestante:

  • a)  le generalità, il domicilio e il numero di codice fiscale del richiedente o, se trattasi di persona giuridica, la ragione sociale, la sede, le generalità del legale rappresentante, il numero di partita IVA, nonché gli estremi dell' atto costitutivo e le successive variazioni del medesimo;
  • b)  la sede del presidio;
  • c)  la denominazione del presidio che deve essere tale da non generare equivoci con la denominazione di altri presidi privati;
  • d)  la descrizione dell' attività di riabilitazione che si intende svolgere;
  • e)  l' orario di apertura e di attività del presidio;
  • f)  le generalità, i titoli professionali, di studio e di carriera del direttore e di tutto il restante personale medico e laureato o diplomato che opera nel presidio con l' indicazione, ove occorra, del nominativo dei medici addetti agli atti di competenza medica e di quelli addetti alle eventuali sezioni specialistiche;
  • g)  l' indicazione del numero e le qualifiche professionali del restante personale;
  • h)  la descrizione dettagliata del numero e tipo delle attrezzature, degli apparecchi e degli impianti del presidio;
  • i)  il certificato penale del titolare del presidio;
  • l)  l' attestato antimafia di cui alla legge 19 marzo 1990, n. 55.

(2) Alla domanda deve essere altresì allegata la seguente documentazione:

  • a)  planimetria dei locali in scala 1:50 con la descrizione della destinazione dei locali stessi, accompagnata da idonea documentazione attestante l' avvenuto rispetto di quanto previsto dall'articolo 5;
  • b)  dichiarazione di accettazione dell' incarico e della conseguente responsabilità del direttore.
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionI Alpinismo
ActionActionII Lavoro
ActionActionIII Miniere
ActionActionIV Comuni e comunità comprensoriali
ActionActionV Formazione professionale
ActionActionVI Difesa del suolo - opere idrauliche
ActionActionVII Energia
ActionActionVIII Finanze
ActionActionIX Turismo e industria alberghiera
ActionActionX Assistenza e beneficenza
ActionActionXI Esercizi pubblici
ActionActionXII Usi civici
ActionActionXIII Ordinamento forestale
ActionActionXIV Igiene e sanità
ActionActionA Servizio sanitario
ActionActionB Medicina preventiva-assistenza sanitaria
ActionActiona) LEGGE PROVINCIALE 15 settembre 1973, n. 54
ActionActionb) Legge provinciale 27 settembre 1973, n. 57 
ActionActionc) Legge provinciale 17 settembre 1973, n. 60
ActionActiond) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 30 maggio 1974, n. 41
ActionActione) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 21 settembre 1976, n. 49
ActionActionf) LEGGE PROVINCIALE 10 dicembre 1976, n. 53
ActionActiong) LEGGE PROVINCIALE 15 gennaio 1977, n. 2
ActionActionh) LEGGE PROVINCIALE 26 luglio 1978, n. 45
ActionActioni) LEGGE PROVINCIALE 1° dicembre 1978, n. 62
ActionActionj) LEGGE PROVINCIALE 7 dicembre 1982, n. 39
ActionActionk) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 28 aprile 1988, n. 11
ActionActionl) Legge provinciale 11 maggio 1988, n. 16 
ActionActionm) LEGGE PROVINCIALE 7 maggio 1991, n. 14
ActionActionn) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROVINCIALE 25 febbraio 1992, n. 7
ActionActionArt. 1 (Definizione)
ActionActionArt. 2 (Presidi di riabilitazione privati)
ActionActionArt. 3 (Domanda di autorizzazione)
ActionActionArt. 4 (Procedure per l'autorizzazione)
ActionActionArt. 5 (Requisiti dei locali e delle attrezzature)
ActionActionArt. 6 (Personale)
ActionActionArt. 7 (Capacità ricettiva e requisiti dei locali dei presidi residenziali)
ActionActionArt. 8 (Ulteriori requisiti dei presidi residenziali)
ActionActionArt. 9 (Personale dei presidi residenziali e semiresidenziali)
ActionActionArt. 10 (Direttore sanitario)
ActionActionArt. 11 (Guardia medica)
ActionActionArt. 12 (Inapplicabilità)
ActionActionArt. 13 (Convenzionamenti)
ActionActionArt. 14 (Deroghe)
ActionActiono) Decreto del Presidente della Giunta provinciale 5 maggio 1992, n. 19
ActionActionp) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA 22 febbraio 2005, n. 6
ActionActionC Igiene
ActionActionD Piano sanitario provinciale
ActionActionE Salute mentale
ActionActionF Accordi di lavoro
ActionActionXV Utilizzazione acque pubbliche
ActionActionXVI Commercio
ActionActionXVII Artigianato
ActionActionXVIII Libro fondiario e catasto
ActionActionXIX Caccia e pesca
ActionActionXX Protezione antincendi e civile
ActionActionXXI Scuole materne
ActionActionXXII Cultura
ActionActionXXIII Uffici provinciali e personale
ActionActionXXIV Tutela del paesaggio e dell' ambiente
ActionActionXXV Agricoltura
ActionActionXXVI Apprendistato
ActionActionXXVII Fiere e mercati
ActionActionXXVIII Lavori pubblici, servizi e forniture
ActionActionXXIX Spettacoli pubblici
ActionActionXXX Urbanistica
ActionActionXXXI Contabilità
ActionActionXXXII Sport e tempo libero
ActionActionXXXIII Viabilità
ActionActionXXXIV Trasporti
ActionActionXXXV Istruzione
ActionActionXXXVI Patrimonio
ActionActionXXXVII Attività economiche
ActionActionXXXVIII Edilizia abitativa agevolata
ActionActionXXXIX Leggi di contenuto vario (Omnibus)
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico