In vigore al

RICERCA:

In vigore al: 11/09/2012

Corte costituzionale - Sentenza N. 1 del 19.01.1988
Tesorerie ed esattorie comunali - Invasione della competenza regionale in materia di ordinamento dei Comuni

Sentenza (13 gennaio) 19 gennaio 1988, n. 1; Pres. Saja - Red. Corasaniti
 
Ritenuto in fatto: 1. Con ricorso notificato il 22 gennaio 1985 e depositato il 28 gennaio 1985, la Regione Trentino-Alto Adige ha sollevato in via principale la questione di legittimità costituzionale degli artt. 1 comma 2 lett. b) e 2 comma 1 l. 21 dicembre 1984 n. 867, recante « misure urgenti per assicurare la continuità della riscossione delle imposte dirette ».
1.2. La Regione ricorrente rileva che con precedenti ricorsi (R.R. nn. 38 del 1983 e 1 del 1984) ha impugnato l'art. 1 d. l. 18 ottobre 1983 n. 568 e l'articolo unico della relativa l. di conversione 9 dicembre 1983 n. 681, i quali, con il prorogare, tra l'altro, la gestione delle Tesorerie comunali, invadevano la competenza della ricorrente stessa, in materia di ordinamento dei Comuni (art. 5 n. 1 dello statuto del Trentino-Alto Adige).
Nelle more dei relativi giudizi il Governo approvava un ulteriore d.l. — 15 novembre 1984 n. 771 — di proroga a tutto il 1985 della suddetta gestione, decreto che tuttavia veniva bocciato in sede di conversione; con successiva legge — appunto quella ora impugnata — veniva disposto che « le gestioni delle Tesorerie comunali continuano ad effettuare il servizio della riscossione alle medesime condizioni previste dal d. l. 18 ottobre 1983 n. 568. convertito in legge, con modificazioni, dalla l. 9 dicembre 1983 n. 681, fino al 31 dicembre 1985... ». Era peraltro disposto all'art. 2 comma 1, della stessa l. n. 867 del 1984 che « conservano efficacia gli atti ed i provvedimenti in applicazione del d. l. 15 novembre 1984 n. 771, e restano salvi i rapporti sorti sulla base delle relative disposizioni ».
1.3. La Regione Trentino-Alto Adige impugna ora la l. n. 867 del 1984 ed in particolare le suddette disposizioni per i medesimi motivi prospettati nei precedenti due ricorsi: la ricorrente rivendica la propria competenza in materia di Tesorerie comunali la cui disciplina non va confusa con quella dei servizi di esattoria, riservata alla competenza dello Stato.
Non vi è dubbio che la siffatta legge di proroga viene ad invadere nel modo più concreto la competenza riservata alla Regione.
2. Nel presente giudizio si è costituito il Presidente del Consiglio, rappresentato e difeso dall'Avvocatura dello Stato, che ribadisce le argomentazioni dedotte in relazione ai giudizi relativi ai ricorsi 38/83 e 1/84. In particolare viene rilevato che dal complessivo contenuto della richiamata normativa del 1983 può dedursi che essa non riguarda i rapporti di tesoreria in sé, ma solo quelli che ineriscano ai rapporti esattoriali. Le nonne con le quali il legislatore ha disposto la proroga dei contratti esattoriali in corso (art. 30 d.P.R. 29 settembre 1973 n. 603) verrebbero a riflettersi sulla durata dei rapporti di tesoreria costituitisi con gli esattori, e quindi non sarebbe fondato l'assunto in base al quale la normativa impugnata attiene alla materia dell'ordinamento dei Comuni.
Rileva ancora l'Avvocatura che, in ogni caso, essendo alla base della proroga della durata dei rapporti di tesoreria con gli esattori e ricevitori provinciali l'interesse dello Stato ad agevolare, in via transitoria, il mantenimento delle gestioni esattoriali, come strumento per ottenere la regolare riscossione dei tributi, la necessità di prorogare quei rapporti, anche con riguardo ai Comuni della Regione ricorrente, non può essere ritenuta di spettanza di questa, dal momento che l'interesse perseguito travalica il suo ambito territoriale.
3. All'udienza pubblica del 10 dicembre 1987 la difesa della ricorrente ha chiesto che venga dichiarata, in relazione alla questione avente ad oggetto l'art. 1 comma 2 lett. b) l. n. 867 del 1984, la cessazione della materia del contendere, a seguito della sopravvenuta sent. n. 114 del 1985 (come corretta dall'ord. n. 192 del 1985), che ha dichiarato tale norma incostituzionale; ha chiesto inoltre che, in relazione alla questione avente ad oggetto l'art. 2 comma 1 della suddetta legge venga dichiarata la illegittimità costituzionale di tale ultima norma.
 
Considerato in diritto: Con la sent. n. 114 del 1985 questa Corte ha dichiarato l'illegittimità costituzionale dell'art. 1 comma 2 lett. b) l. n. 867 del 1984, espungendo così la norma, ora di nuovo censurata, dall'ordinamento.
Nella suddetta sentenza questa Corte ha ritenuto che la competenza ripartita della Regione Trentino-Alto Adige in materia di ordinamento dei Comuni e quindi di organizzazione delle tesorerie e delle esattorie comunali — competenza in base alla quale la legge regionale autorizza la gestione comune delle une e delle altre — è illegittimamente compressa dalla norma impugnata con il prevedere la gestione separata di esse.
Per la parte concernente l'art. 1 comma 2 lett. b), della legge impugnata, la questione va dunque dichiarata manifestamente inammissibile.
Quanto all'art. 2 comma 1 della stessa l. n. 867 del 1984, impugnato per motivi del tutto analoghi a quelli progettati nei confronti dell'art. 1 comma 2 lett. b), esso va dichiarato costituzionalmente illegittimo per le ragioni accolte da questa Corte con la sentenza suindicata.

Per questi motivi

LA CORTE COSTITUZIONALE

dichiarata l'illegittimità costituzionale dell'art. 2 comma 1 l. 21 dicembre 1984 n. 867 (« Misure urgenti per. assicurare la continuità della riscossione delle imposte dirette »);
dichiara la manifesta inammissibilità della questione di legittimità costituzionale dell'art. 1 comma 2 lett. b), della stessa legge, in quanto già dichiarato costituzionalmente illegittimo con la sent. n. 114 del 1985.
indice
ActionActionNorme costituzionali
ActionActionNormativa provinciale
ActionActionDelibere della Giunta provinciale
ActionActionSentenze della Corte costituzionale
ActionAction2019
ActionAction2018
ActionAction2017
ActionAction2016
ActionAction2015
ActionAction2014
ActionAction2013
ActionAction2012
ActionAction2011
ActionAction2010
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1995
ActionAction1994
ActionAction1993
ActionAction1992
ActionAction1991
ActionAction1990
ActionAction1989
ActionAction1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 1 del 19.01.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 157 del 11.02.1988
ActionAction Corte costituzionale - Ordinanza N. 165 del 11.02.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 177 del 18.02.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 211 del 25.02.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 213 del 25.02.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 214 del 25.02.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 215 del 25.02.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 217 del 25.02.1988
ActionAction Corte costituzionale - Ordinanza N. 222 del 25.02.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 234 del 03.03.1988
ActionAction Corte costituzionale - Ordinanza N. 242 del 03.03.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 274 del 10.03.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 277 del 10.03.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 305 del 17.03.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 306 del 17.03.1988
ActionAction Corte costituzionale - Ordinanza N. 341 del 24.03.1988
ActionAction Corte costituzionale - Ordinanza N. 360 del 24.03.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 415 del 07.04.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 448 del 14.04.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 449 del 14.04.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 450 del 14.04.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 481 del 27.04.1988
ActionAction Corte costituzionale - Ordinanza N. 495 del 27.04.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 505 del 05.05.1988
ActionAction Corte costituzionale - Ordinanza N. 524 del 05.05.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 530 del 12.05.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 532 del 12.05.1988
ActionAction Corte costituzionale - Ordinanza N. 552 del 12.05.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 555 del 19.05.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 564 del 19.05.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 570 del 19.05.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 571 del 19.05.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 576 del 19.05.1988
ActionAction Corte costituzionale - Ordinanza N. 578 del 19.05.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 610 del 10.06.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 611 del 10.06.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 629 del 10.06.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 632 del 10.06.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 633 del 10.06.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 646 del 16.06.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 691 del 23.06.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 734 del 30.06.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 741 del 30.06.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 743 del 30.06.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 745 del 30.06.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 767 del 07.07.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 768 del 07.07.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 770 del 07.07.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 774 del 07.07.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 775 del 07.07.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 796 del 14.07.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 797 del 14.07.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 798 del 14.07.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 800 del 14.07.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 832 del 21.07.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 834 del 21.07.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 886 del 26.07.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 927 del 28.07.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 963 del 13.10.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 965 del 13.10.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 966 del 13.10.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 975 del 19.10.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 999 del 27.10.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 1065 del 06.12.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 1133 del 22.12.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 1141 del 29.12.1988
ActionAction Corte costituzionale - Sentenza N. 630 del 10.06.1988
ActionAction1987
ActionAction1986
ActionAction1985
ActionAction1984
ActionAction1983
ActionAction1982
ActionActionSentenze T.A.R.
ActionActionIndice cronologico