In vigore al

RICERCA:

In vigore al: 11/09/2012

Delibera 5 marzo 2012, n. 328
Direttive generali ai sensi dell’art. 25 della legge provinciale 25 luglio 1970, n. 16 per il rilascio di autorizzazioni paesaggistiche per la collocazione di mezzi pubblicitari, cartelli informativi o segnaletici

La Giunta provinciale ha preso in considerazione quanto segue:

Ai sensi della lettera n) del comma 1 dell’articolo 12 della legge 25 luglio 1970,n. 16 la competenza per il rilascio delle autorizzazioni paesaggistiche per “mezzi pubblicitari o impianti segnaletici di qualsiasi tipo al di fuori dei centri abitati, eccettuata la segnaletica stradale” spettava al Direttore della Ripartizione natura e paesaggio.

Con legge provinciale 12 dicembre 2011, n. 14, (“norme in materia di caccia, pesca, foreste, ambiente, usi civici, agricoltura, patrimonio ed urbanistica”), entrata in vigore il 4 gennaio 2012, è stata abrogata la lettera n) del comma 1 dell’art. 12 della legge sulla tutela del paesaggio ( l.p. n. 16/1970). Pertanto la competenza al rilascio dell’autorizzazione paesaggistica per l’installazione di mezzi pubblicitari, cartelli informativi o segnaletici ora è delegata ai sindaci dei singoli comuni.

L’articolo 25 della legge di tutela del paesaggio prevede che la Giunta provinciale può impartire delle direttive generali vincolanti, ai quali i sindaci nell’esercizio delle funzioni delegate in materia di paesaggio devono attenersi.

Risulta l’utilità di fissare delle direttive generali uniformi a livello provinciale per l’installazione di impianti segnaletici e mezzi pubblicitari.

Viene precisato che rimangono salve le norme del Codice della strada ( decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285), e successive modifiche. In particolare la collocazione di cartelli stradali e di ogni altro mezzo pubblicitario lungo le strade o in vista di esse ai sensi dell’art. 23, comma 4 del Codice della strada è soggetta in ogni caso ad autorizzazione da parte dell’ente proprietario della strada.

All’interno dei centri abitati, la competenza per l’autorizzazione è dei Comuni, salvo il preventivo nulla osta tecnico dell’ente proprietario, se la strada è statale o provinciale.

Le presenti direttive vengono approvate sentita la I. Commissione per la tutela del paesaggio, la quale le ha approvato con delibera del 28.02.2012, n. 1.

In merito alla bozza delle direttive è stato richiesto il parere del Consiglio dei Comuni ai sensi dell’art. 4 della l.p. n. 10/2003. IL Consiglio dei Comuni ha espresso parere positivo con la seguente proposta:

Secondo il Consiglio dei Comuni i cartelli per manifestazioni temporanee di associazioni dovrebbero ben essere sottoposti ad autorizzazione, però l’autorizzazione per l’installazione degli stessi dovrebbe essere rilasciata dal sindaco senza chiedere il parere da parte della commissione edilizia comunale.

In merito a tale proposta la Giunta provinciale si esprime come segue:

La proposta presentata dal Consiglio dei Comuni concernente i cartelli per manifestazioni temporanee di associazioni, secondo la quale tali cartelli dovrebbero essere sottoposti ad autorizzazione paesaggistica rilasciata dal sindaco senza previo parere da parte della commissione edilizia comunale, non viene accolta.

La Giunta provinciale, invece, ritiene opportuno di non prevedere l’autorizzazione paesaggistica, qualora tali cartelli e mezzi pubblicitari siano installati per un periodo non superiore a 30 giorni, ovvero siano installati su un’apposita area già messa a disposizione a lunga durata dal Comune di concerto con il servizio strade provinciale.

Di conseguenza le direttive prevedono che in tali casi non sia necessaria l’autorizzazione paesaggistica. Ai comuni è data in ogni caso sempre la facoltà di prevedere delle disposizioni più restrittive nei regolamenti edilizi comunali (punto 7 delle direttive).

Ciò premesso a voti unanimi validamente espressi

LA GIUNTA PROVINCIALE

delibera

ad unanimità di voti legalmente espressi:

1. Le direttive per il rilascio di autorizzazione paesaggistica per la collocazione di mezzi publicitari, cartelli informativi o segnaletici di cui all’allegato A sono approvate.

2. La presente delibera viene pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Autonoma Trentino-Alto Adige ed entra in vigore il 15° giorno dopo la sua pubblicazione.

Allegato A

Allegato I