In vigore al

RICERCA:

In vigore al: 11/09/2012

Delibera N. 2546 del 28.07.2003
Linee guida che disciplinano il ruolo del responsabile sanitario di una casa di riposo/centro di degenza

Allegato A

1.     NOMINA DEL RESPONSABILE SANITARIO NELLE CASE DI RIPOSO O CENTRI DI DEGENZA

Il direttore generale, su proposta del direttore del servizio di medicina di base ed in accordo con il responsabile della struttura interessata, provvede alla nomina del responsabile sanitario della casa di riposo o del centro di degenza.
Questa funzione deve essere svolta principalmente da medici del servizio di medicina di base dell'azienda sanitaria (medici dipendenti o a contratto d'opera).
Nel caso in cui ciò non fosse possibile, l'incarico può essere affidato anche a medici di medicina generale, con priorità a medici con pochi iscritti (sotto i 1000) o a medici dipendenti dell'ospedale (prioritariamente geriatri).
Punto di riferimento per le prestazioni mediche erogate nelle case di riposo e nei centri di degenza è il servizio di medicina di base, il quale, in base agli indicatori prestabiliti e secondo il vigente accordo collettivo dei medici di medicina generale, esercita una funzione di controllo. Gli indicatori per il controllo e la verifica dell'attività saranno stabiliti dall'ufficio distretti sanitari (23.2) in collaborazione con i direttori dei servizi di medicina di base delle aziende sanitarie.
L'incarico ha una durata di tre anni ed è tacitamente rinnovato salvo disdetta con preavviso di almeno due mesi, di una delle parti.
In caso di inosservanza degli indicatori o delle condizioni contrattuali da parte del medico incaricato, il direttore generale, sentito il direttore del servizio di medicina generale, può provvedere in qualsiasi momento alla revoca dell'incarico.
Inoltre per lo svolgimento di questo tipo di attività si dovrà prevedere un aggiornamento in materia di igiene.
 

2.     COMPITI DEL RESPONSABILE SANITARIO DI UNA CASA DI RIPOSO O DI UN CENTRO DI DEGENZA

Il responsabile sanitario della struttura svolge, insieme al responsabile della dirigenza infermieristica, le attività inerenti alla gestione, organizzazione, igiene, prevenzione, formazione e aggiornamento, promozione della qualità dei servizi sanitari, ed in particolare deve:

a)     provvedere alla raccolta dei dati statistici di tipo sanitario sia per uso interno, sia da inoltrare ad altri servizi o agli uffici competenti;

b)     esprimere un parere a livello tecnico-sanitario ed organizzativo in merito all'acquisto di apparecchiature mediche, attrezzature o arredi sanitari;

c)     esprimere pareri ed elaborare proposte in merito ai programmi di informazione, formazione ed aggiornamento del personale medico;

d)     adottare, nel caso sia igienista di distretto, tutti i necessari provvedimenti di polizia mortuaria;

e)     vigilare sulla regolare tenuta della cartella clinica, del certificato di dimissione e di tutta la documentazione clinica;

f)     vigilare sulla regolare conservazione della documentazione clinica;

g)     provvedere al rilascio delle copie della documentazione medica (cartella clinica), di certificati e di ogni altro tipo di documentazione clinica a coloro che ne facciano richiesta, rispettando le disposizioni interne ed in conformità alla normativa vigente;

h)     trasmettere i consensi informati agli organi competenti;

i)     comunicare all'amministrazione i casi che presumibilmente possono comportare procedimenti giuridici o assicurativi;

j)     vigilare sulla regolare tenuta dei dati sanitari sensibili;

k)     promuovere e coordinare le iniziative nell'ambito dell'informazione, formazione ed aggiornamento a favore di tutti i collaboratori;

l)     promuovere tutte le iniziative rivolte ad un continuo miglioramento della qualità dei servizi e delle prestazioni in ambito sanitario;

m)     controllare l'approvvigionamento, l'utilizzo e le scorte dei farmaci e dei presidi;

n)     controllare la regolare tenuta del registro degli stupefacenti.

 

3.     TRATTAMENTO ECONOMICO DEI MEDICI DI MEDICINA GENERALE

Ai medici di medicina generale che ricoprono la funzione di responsabile sanitario delle case di riposo o centri di degenza verrà riconosciuto il seguente trattamento economico:
per strutture fino a 30 posti letto: € 400,00 mensili
per strutture da 31 a 55 posti letto: € 600,00 mensili;
per strutture con più di 55 posti letto: € 800,00 mensili .