In vigore al

RICERCA:

Aufgrund von Wartungsarbeiten steht der Dienst am 24. Oktober 2019 von 00:00 Uhr bis 02:00 Uhr nicht zur Verfügung.

Il giorno 24 ottobre 2019 il servizio non sará disponibile dalle ore 00:00 alle ore 02:00 per manutenzione.

In vigore al: 11/09/2012

Delibera N. 3223 del 22.09.2003
Attribuzione dell'aumento individuale dello stipendio dopo la trasformazione in elemento stipendiale fisso - Integrazione dei criteri vigenti

Allegato

 
Accordo integrativo in merito alla concessione dell'aumento individuale a tempo determinato dello stipendio (art. 71, comma 4, del CCI 1.8.2002)
 
1. Premesse
In data 12.11.2002 è stato stipulato un accordo con le organizzazioni sindacali del comparto del personale provinciale concernente la concessione degli aumenti individuali a tempo determinato dello stipendio.
Al punto 3.4 vi è previsto, tra altro, che la concessione dell'aumento individuale dello stipendio avviene con effetto dal primo del mese successivo alla data in cui la richiesta perviene alla ripartizione Personale.
La trasformazione dell'aumento individuale di stipendio percepito per cinque anni in un elemento stipendiale fisso, prevista dall'art. 71, comma 2, del CCI dell'1.8.2002, può avvenire solo dopo il decorso del quinquennio ed ha effetto dal giorno successivo; non sempre tale giorno è identico al primo del mese.
Al fine di non far gravare sul personale né il periodo intercorrente tra la maturazione del quinquennio e la comunicazione della riassegnazione né il periodo intercorrente tra la maturazione del quinquennio ed il successivo primo del mese è necessario ammettere in simili situazioni la retroattiva riassegnazione. Poiché spesso il quinquennio non è un periodo ininterrotto e, inoltre, sono da considerare anche le aspettative non retribuite, non è possibile informare in anticipo la struttura interessata sulla maturazione del quinquennio.
 
2. Accordo
Gli aumenti individuali a tempo determinato di stipendio rassegnabili in seguito al decorso del quinquennio possono essere assegnati, in deroga ai criteri citati nella premessa, immediatamente dopo la maturazione del predetto quinquennio, a condizione che la relativa proposta perviene alla ripartizione Personale entro un mese dall'informazione della maturazione del quinquennio. Questa regolamentazione eccezionale trova applicazione con effetto 1 luglio 2003.