In vigore al

RICERCA:

In vigore al: 11/09/2012

Delibera N. 2302 del 24.06.2002
Criteri per l’espletamento delle gare e l’aggiudicazione dei servizi di trasporto in assuntoria e determinazione dei costi chilometrici

Allegato A

Criteri per l’espletamento delle gare e l’aggiudicazione dei servizi di trasporto in assuntoria e determinazione dei costi chilometrici

 
Premessa
In base alla legge provinciale 9 dicembre 1976, n. 60, e successive modifiche, la Provincia provvede al trasporto degli alunni attraverso la stipula di contratti in assuntoria con i seguenti operatori: titolari di autorizzazione per l'esercizio del servizio di noleggio con conducente o di licenza per l’esercizio del servizio di taxi; loro consorzi o cooperative e tutte le altre forme associative previste dalla legge; coltivatori diretti residenti nei comuni classificati montani ai sensi della legge 31 gennaio 1994, n. 97, collettività ed enti pubblici.
 
Modalità di espletamento ed aggiudicazione dei servizi
1. L’Ufficio competente, sulla base del numero degli alunni da trasportare e dei tempi di attesa massimi consentiti rispetto agli orari di inizio e termine delle lezioni nonché delle caratteristiche delle strade, indica la capacità minima del mezzo necessaria allo svolgimento di ciascun servizio, nonché la capacità superiore ammessa, a condizione che le dimensioni degli stessi autoveicoli siano compatibili con le caratteristiche delle strade.

L’Ufficio indica pure i casi in cui gli autoveicoli da impiegare debbano essere appositamente attrezzati per il trasporto dei disabili.

2. Il prezzo base di gara viene determinato tenendo conto:

a)     del chilometraggio giornaliero previsto, compresi i percorsi a vuoto, calcolato sulla base della distanza dalla/e località in cui sono situate le strutture didattiche e di formazione alla/e località in cui ha inizio il servizio. Al fine di tale calcolo vengono adottate le minime distanze  riscontrabili dal grafico della rete provinciale depositato presso l’Ufficio Trasporto Locale di Persone. Nel caso di servizi a breve raggio, al fine di compensare l’immobilizzo del mezzo e  del personale, viene fissata una percorrenza minima giornaliera:

km 30 per le autovetture fino a 6 posti;

km 55 per gli automezzi da 7 a 20 posti;

km 80 per gli autobus con più di 20 posti.

In tal caso l’Ufficio competente può avvalersi dell’automezzo per i chilometri corrispondenti alla  differenza tra la percorrenza minima e i chilometri effettivamente percorsi.

b)     del prezzo a chilometro riferito alla capacità del mezzo di cui all’allegata tabella (numero di posti complessivo come risultante dalla carta di circolazione);

c)     del numero  dei giorni di effettuazione del servizio.

 

3. Le gare si svolgeranno secondo le seguenti modalità suddividendo il territorio provinciale in quattro aree:

a)     alla prima gara, al fine di garantire una adeguata professionalità al settore, vengono invitati i consorzi, le cooperative e le associazioni di cui alla premessa che hanno presentato al competente Ufficio il relativo statuto e l’elenco delle imprese ad essi appartenenti, nonché i titolari di autorizzazione all'esercizio del servizio di noleggio con conducente non appartenenti alle suddette forme associative. Vengono invitati gli operatori dei Comuni interessati dai servizi, nonché quelli dei Comuni limitrofi e, laddove opportuno, delle zone adiacenti. Vengono indicati gli autoveicoli così come previsto al punto 1, mantenendo lo stesso prezzo base di gara anche per quelli di capacità superiore.

b)     alla seconda gara, sempre allo stesso fine sopra indicato e con le medesime modalità di cui al punto a), qualora rimangano servizi non aggiudicati , vengono invitati i titolari di autorizzazioni all'esercizio del servizio di noleggio con conducente, loro consorzi, cooperative, associazioni che non si sono aggiudicati nessun servizio oppure dispongono di ulteriori automezzi ed i titolari di licenze di taxi.

c)     dopo aver espletato le gare secondo i criteri sopra indicati, per i servizi non aggiudicati, si procede ad un'ulteriore gara invitando i noleggiatori e taxisti, loro consorzi o cooperative e associazioni, di frazioni o di comuni esterni al percorso su cui si svolge il servizio. In tal caso il prezzo base di gara viene determinato tenendo conto del chilometraggio giornaliero, compresi i percorsi a vuoto, calcolato sulla base delle distanze tra le località in cui sono situate le strutture didattiche e di formazione e il Comune che ha rilasciato l'autorizzazione per il servizio di noleggio e/o la licenza per il servizio di taxi. Nel caso di autorizzazioni al servizio di noleggio rilasciate per le frazioni la distanza é riferita a queste ultime e nel caso di licenze per il servizio di taxi al luogo di stazionamento degli stessi. A tal fine vengono adottate le minime distanze tra i nodi relativi alle suddette località riscontrabili dal grafico della rete provinciale depositato presso l'Ufficio Trasporto Locale di Persone.

Al fine di evitare qualsiasi forma di speculazione a dette gare non potranno essere invitati gli operatori che non hanno partecipato alle gare di cui alle lettere a) e b).

d)     qualora, dopo l'espletamento delle gare di cui alle lettere a), b) e c) rimangano ancora servizi non aggiudicati, verranno invitati ad un’ulteriore gara: i coltivatori diretti residenti nei comuni classificati montani ai sensi della legge 31.01.1994, n. 97, le collettività e gli enti pubblici muniti di autoveicoli immatricolati ad uso proprio. Il prezzo base di gara viene determinato come indicato al punto 2.

I coltivatori diretti non possono partecipare alle gare in cui gli alunni da trasportare siano esclusivamente i propri figli. In tali casi dovranno avvalersi del contributo chilometrico di cui alla deliberazione della Giunta Provinciale n. 621 del 05.03.2001.

Non possono essere invitati gli operatori che nel quinquennio precedente la gara si sono resi responsabili di gravi inadempienze contrattuali per frode o negligenza che hanno comportato la risoluzione  del contratto ai sensi della normativa vigente in materia e in particolare della legge provinciale 9 dicembre 1976, n. 60.
 
4. Le offerte devono essere espresse in valore percentuale sul prezzo fissato nella gara indicandolo in lettere e cifre. Il prezzo offerto può essere migliore o almeno pari a quello fissato a base della gara.
Qualora alla gara partecipino consorzi, cooperative e associazioni di cui alla premessa, non possono presentare offerte le imprese ad essi appartenenti. Gli invitati alle gare possono presentare offerte anche in numero superiore a quello degli automezzi disponibili muniti di autorizzazione al noleggio con conducente e precisamente: i titolari di una autorizzazione, fino ad un massimo di tre offerte; i titolari di due autorizzazioni, fino ad un massimo di cinque offerte; i titolari di tre autorizzazioni, fino ad un massimo di sette offerte; i titolari di quattro autorizzazioni, fino ad un massimo di nove offerte; i titolari da cinque a sette autorizzazioni, fino ad un massimo di undici offerte; i titolari da sette a dieci autorizzazioni, fino ad un massimo di quindici offerte; i titolari da undici o più autorizzazioni, fino ad un massimo di venti offerte . I suddetti limiti sono riferiti ad automezzi della medesima capacità. Qualora le percentuali di ribasso siano tali da porre un offerente al primo posto per più servizi, gli viene aggiudicato il servizio per il quale è stata presentata la percentuale di ribasso più elevata. Qualora più operatori presentino offerte con uguale percentuale di ribasso per il medesimo servizio ovvero un operatore presenti più offerte con uguale percentuale di ribasso e si collochi al primo posto per più servizi, il servizio viene aggiudicato mediante sorteggio.
Qualora per lo stesso servizio vengano presentate offerte riferite ad automezzi con un numero di posti superiore a quello minimo necessario per lo svolgimento del servizio, le stesse vengono ammesse nel rispetto dei limiti di cui al punto 1. In tali casi, a parità di ribasso percentuale, il servizio viene aggiudicato all’offerente titolare dell’autorizzazione relativa all’autoveicolo con capacità minore.
Qualora sia richiesto un automezzo appositamente attrezzato per il trasporto dei disabili non vengono ammesse le offerte riferite ad autoveicoli privi di tale attrezzatura.
Si prevede l’aggiudicazione anche nel caso in cui è stata presentata solo un’offerta.
Qualora, nel corso di esecuzione del contratto, si renda necessario un aumento o una diminuzione del servizio, il contraente é obbligato ad effettuarli, alle stesse condizioni, fino a concorrenza del quinto del corrispettivo pattuito. Oltre tale limite il contraente ha diritto alla risoluzione del contratto e alla liquidazione del corrispettivo delle prestazioni eseguite a termini di contratto.
Qualora l’offerente aggiudicatario non sottoscriva il relativo contratto di trasporto in  assuntoria lo stesso non potrà partecipare ad altre gare per il medesimo anno scolastico e/o di attività.
 
5. I costi chilometrici, riportate nell'allegata tabella, vengono riferite ad una percorrenza media annua di 40.000 chilometri per gli automezzi fino a 9 posti, di 45.000 chilometri per gli autobus da 10 a 20 posti e di 50.000 chilometri per gli autobus con oltre 20 posti.
Per la determinazione di tale costi sono stati adottati i seguenti criteri:
 

5.1. costo del personale:

Per i servizi  svolti con automezzi fino a 9 posti, é riferito al costo relativo al contratto dell'artigianato: € 25.760,00.
Per i servizi svolti con automezzi con oltre 9 posti, in considerazione della più elevata qualificazione richiesta ai conducenti di tali automezzi, é riferito al contratto di lavoro degli autoferrotranvieri: € 31.800,00.
I suddetti costi sono riferiti, per gli automezzi con oltre 20 posti, ad un'attività del conducente di 50.000 chilometri annui, ridotta, in considerazione della loro minore utilizzazione, a 45.000 chilometri per gli automezzi da 10 a 20 posti e a 40.000 chilometri per gli automezzi fino a 9 posti.
 
5.2. ammortamento:

a) gli importi degli investimenti considerati, riferiti ad automezzi-tipo idonei per il trasporto degli alunni, sono i seguenti:

fino a 9 posti:     € 21.000,00

da 10 a 20 posti:     € 41.000,00

da 21 a 33 posti:     € 120.000,00

oltre 33 posti:     € 200.000,00

b) rinnovo parco: 4 anni, fino a 20 posti; 8 anni, oltre 20 posti;

c) valore di recupero: 20% del costo iniziale.

 
5.3. assicurazione e tasse automobilistiche:
L'assicurazione riguarda la responsabilità civile ed é riferita a valori medi relativi alle varie classi di merito, con i massimali previsti dal contratto.
Le tasse automobilistiche sono riferite alle varie categorie di mezzi rilevate in base alle tariffe ufficiali.
 
5.4. consumi e manutenzione:
I prezzi dei carburanti, lubrificanti, pneumatici e della manutenzione fanno riferimento a valori medi rilevati dall'Ufficio presso i fornitori abituali di imprese di trasporto che impiegano automezzi del tipo in questione.
Il calcolo fa riferimento a coefficienti medi di consumo, tenuto conto che gli automezzi svolgono i servizi prevalentemente su percorsi di montagna.
 
5.5. il riconoscimento delle spese generali di impresa viene raccolto in una voce unica ed é pari al 10% dei costi di produzione del servizio prima di ammortamenti.
 
Tariffe relative ai servizi svolti con automezzi in comodato
Qualora non risulti possibile stipulare contratti di trasporto in assuntoria per mancanza di contraenti o di offerte, l'Ufficio Trasporto Locale di Persone é  autorizzato, ai sensi dell'articolo 9 della L.P. n. 60/1976 e successive modifiche, ad organizzare i servizi rimasti scoperti mediante utilizzazione di automezzi acquistati ai sensi dell'art. 10 della stessa legge provinciale.
In questo caso, ai fini del calcolo delle tariffe chilometriche, gli elementi di costo per l'ammortamento dell'automezzo, le tasse automobilistiche, l'assicurazione, i pneumatici, i lubrificanti e la manutenzione sono assunti direttamente dall'Amministrazione Provinciale.
Per gli automezzi a 9 posti i parametri di riferimento per il calcolo sono gli stessi per quanto riguarda il costo del personale. Per gli automezzi speciali per il trasporto disabili, tenuto conto che il programma giornaliero di esercizio é esteso su un nastro orario molto lungo e che i servizi  si svolgono esclusivamente su percorsi urbani, il costo del personale é stato riferito ad un'attività del conducente ridotta del 20% rispetto a quella di cui al punto 5.1 (32.000 km.), per un importo pari a € 0,805 a chilometro. I consumi di carburante sono pari a € 0,962/km. I corrispettivi per chilometro risultano pertanto i seguenti:
€ 0,74 a km per automezzi a 9 posti;
€ 0,90 a km per automezzi speciali per trasporto disabili.
 

COSTO CHILOMETRICO PER I SERVIZI DI TRASPORTO IN ASSUNTORIA PER TIPO DI AUTOMEZZO

2002 - 2003

 
ELEMENTI DI COSTOfino a 9 posti

10 - 20

21 - 33

oltre 33
Personale

0,6444

0,7067

0,6360

0,6360

Ammortamento

0,1050

0,1822

0,2400

0,4000

Assicuraz. e tasse automobilistiche

0,0396

0,0409

0,0482

0,0624

Consumi e manutenzione

0,1705

0,2015

0,3114

0,3636

Spese generali

0,0855

0,0949

0,0996

0,1062

TOTALEEuro

1,05

1,23

1,34

1,57

indice