In vigore al

RICERCA:

In vigore al: 11/09/2012

Delibera N. 3094 del 24.08.2000
Concessione di contributi per l’apprendimento della lingua seconda ( L.P. 18/88) - bando di concorso per il periodo dal 1 giugno 2000 al 31 maggio 2001

.......omissis...

1. di indire un bando di concorso per la concessione di contributi a favore di richiedenti che tra il 1 giugno 2000 e il 31 maggio 2001 effettuino o inizino un soggiorno-studio per l'apprendimento della lingua seconda;

2. di approvare l'allegato bando di concorso facente parte integrante della presente delibera e di pubblicarlo sul Bollettino Ufficiale della Regione Trentino-Alto Adige;

3. di impegnare i fondi necessari sui relativi capitoli dei bilanci competenti al momento dell'assegnazione delle sovvenzioni.

 

Allegato

BANDO DI CONCORSO

Contributi per soggiorni-studio per l'apprendimento della lingua seconda

L.P. 11 maggio 1988, n. 18

(modificato con delibera 3425 del 18.9.2000)

 

Art. 1

Disposizioni generali

Il presente bando è riservato a coloro che intendono iniziare, nel periodo compreso tra il 1 giugno 2000 e il 31 maggio 2001, un corso per l'apprendimento della seconda lingua di cui al successivo art. 3.

E' possibile presentare nel periodo suddetto domanda di contributo per la frequenza di un solo corso.

Gli appartenenti al gruppo linguistico ladino hanno la facoltà di frequentare corsi di italiano e tedesco.

Il godimento delle sovvenzioni di cui al presente bando non è cumulabile, per lo stesso corso, con altri contributi concessi da parte di istituzioni o enti pubblici o privati che usufruiscono di sovvenzioni pubbliche.

I provvedimenti di cui al presente bando sono estesi alla promozione ed agevolazione della conoscenza della lingua ladina.

 

Art. 2

Beneficiari

Sono ammessi al beneficio delle sovvenzioni ai sensi del presente bando tutti i cittadini italiani e i cittadini di un Paese della Comunità Europea, residenti in un Comune della Provincia di Bolzano che siano in possesso della licenza elementare e non abbiano compiuto i 60 anni all’inizio del corso.

Sono esclusi dal presente bando di concorso i/le richiedenti che, negli anni precedenti, sono decaduti/e dal conseguimento delle borse di studio per la promozione della lingua seconda e/o delle lingue straniere per avere reso dichiarazioni non veritiere.

 

Art. 3

Requisiti dei corsi

Col termine "corsi" si intendono cicli di apprendimento della seconda lingua in via diretta, tramite lezioni di lingua impartite da organizzazioni pubbliche o private, o indiretta, tramite la frequenza di una scuola pubblica, legalmente riconosciuta o di un istituto universitario.

I corsi per l'apprendimento del tedesco devono svolgersi in Paesi dell'area linguistica tedesca e per l'apprendimento dell'italiano in Italia ad esclusione dell'Alto Adige.

I corsi devono avere una durata minima di 2 settimane consecutive (almeno 10 giorni effettivi di lezione) e comprendere complessivamente almeno 50 ore di lezione.

Nel caso di corsi di durata superiore è richiesta la frequenza media di almeno 25 ore settimanali.

 

Art. 4

4.1. Limiti di reddito

Nel presente bando di concorso il limite massimo di reddito viene fissato in Lire 50.000.000.- (euro 25.822,84). Per la determinazione del reddito e del patrimonio vengono applicati i criteri per l'assistenza scolastica ai sensi della vigente L.P. n. 7 dd. 31 agosto 1974, stabiliti per l'anno scolastico 2000/2001 con deliberazione n. 1706 dd. 15 maggio 2000.

 

4.2. Persone di riferimento

Per la determinazione della situazione economica si prendono in considerazione il reddito percepito nell'anno 1999 ed il patrimonio in possesso al momento della presentazione della domanda dei seguenti membri della famiglia:

4.2.1.del/la richiedente e dei genitori, anche se non risultano sullo stato di famiglia del richiedente;

4.2.2.solo del/la richiedente se:

è orfano/a di entrambi i genitori oppure

è separato giudizialmente o divorziato oppure

ha prole a carico oppure

svolge un'attività lavorativa o è disoccupato. Lavoratori o disoccupati, ai sensi del presente bando, vengono considerati coloro che ininterrottamente da almeno cinque mesi fino all'inizio del corso svolgano un'attività lavorativa oppure risultino iscritti nelle liste di disoccupazione;

4.2.3.del/la richiedente e del suo coniuge, se è coniugato;

 

Art. 5

5.1. Determinazione della diaria e della sovvenzione massima

La diaria e la sovvenzione massima vengono fissate in considerazione del reddito e del patrimonio secondo l'art. 4, comma 1, come segue:

5.1.1. da 0.- (euro 0) a lire 22.000.000.- (euro 11.362,05) di reddito la diaria è di lire 110.000.- (euro 56,81) e la sovvenzione massima è di lire 9.150.000.- (euro 4.725,58)

5.1.2. da lire 22.000.001.- (euro 11.362,06) a lire 37.000.000.- (euro 19.108,91) di reddito la diaria è di lire 82.500.- (euro 42,61) e la sovvenzione massima è di lire 6.862.500.- (euro 3.544,19)

5.1.3. da lire 37.000.001.- (euro 19.108,92) a lire 50.000.000.- (euro 25.822,84) di reddito la diaria è di lire 55.000.- (euro 28,41) e la sovvenzione massima è di lire 4.575.000.- (euro 2.362,79)

 

5.2. Scaglionamento della diaria in base alla durata del corso

5.2.1. Per corsi di durata da 0 a 20 giorni la diaria di cui al precedente punto 1 rimane invariata;

5.2.2. per corsi di durata superiore a 20 giorni la diaria viene diminuita come segue:

tra il 21° e il 50° giorno del 20%

tra il 51° e il 80° giorno del 40%

dall’81° giorno in poi del 70 %.

 

5.3. Riduzione della diaria

Nel caso di frequenza di scuola pubblica, legalmente riconosciuta o di istituto universitario é prevista una riduzione del 50% della diaria e della sovvenzione massima di cui ai precedenti punti 1 e 2.

 

5.4. Riduzione della diaria per soggiorni-studio gestiti in diretta

Per i soggiorni-studio all’estero gestiti in forma diretta dall’Ufficio Bilinguismo e Lingue straniere della Provincia, le diarie vengono fissate, in considerazione del reddito e del patrimonio secondo l'art. 4, comma 1, come segue:

5.4.1. da 0.- (euro 0) a lire 15.000.000.- (euro 7.746,85) di reddito la diaria è di lire 23.000.- (euro 11,88)

5.4.2. da lire 15.000.001.- (euro 7.746,86) a lire 25.000.000.- (euro 12.911,42) di reddito la diaria è di lire 17.000.- (euro 8,78)

5.4.3. da lire 25.000.001.- (euro 12.911,43) a lire 35.000.000.- (euro 18.075,99) di reddito la diaria è di lire 13.000.- (euro 6,71)

5.4.4. da lire 35.000.001.- (euro 18.076) a lire 50.000.000.- (euro 25.822,84) di reddito la diaria è di lire 9.000.- (euro 4,65)

 

Art. 6

Termine di presentazione della domanda

La domanda di contributo può essere presentata in qualsiasi momento, a discrezione del richiedente, fermo restando il termine ultimo del 31 maggio 2001 che non può essere in alcun caso superato.

Nell'ambito del periodo 01 giugno 2000 - 31 maggio 2001, per l'elaborazione delle domande pervenute e per l'assegnazione delle rispettive sovvenzioni agli aventi diritto, sono fissati i seguenti termini:

1. termine: 27 settembre 2000

2. termine: 30 novembre 2000

3. termine: 21 marzo 2001

Nel caso di domande inoltrate a mezzo lettera raccomandata fa fede il timbro postale attestante la data di spedizione.

Per le domande inoltrate entro uno dei succitati termini e in merito alle quali la Giunta Provinciale ha già deciso, non possono essere presi in considerazione documenti e dichiarazioni presentati dopo la scadenza del rispettivo termine.

In nessun caso possono essere presi in considerazione domande, dichiarazioni e documenti presentati dopo la scadenza del termine ultimo del 31 maggio 2001.

Le domande devono essere presentate presso l'Ufficio Bilinguismo e Lingue straniere n. 3 della Ripartizione 15 - Via del Ronco 2 - Bolzano, nel caso di candidati di madrelingua italiana, e presso l'Ufficio Assistenza Scolastica ed Universitaria n. 1, della Ripartizione 40 - Via Andreas Hofer n. 18, Bolzano, nel caso di candidati di madrelingua tedesca o ladina.

 

Art. 7

Domanda

Il questionario deve essere compilato accuratamente negli appositi spazi e sottoscritto dal richiedente o - nel caso di minorenni - dal suo rappresentante legale in presenza del/la funzionario/a addetto/a.

Alla domanda già firmata al momento della presentazione nonché quella inoltrata per posta deve essere allegata una copia fotostatica non autenticata del documento d’identità del/la richiedente. Ciò vale anche per il caso in cui il/la richiedente trasmette documenti tramite telefax o tramite altro mezzo telematico o informatico.

Il questionario deve comprendere, oltre al reddito e al patrimonio delle persone interessate di cui al precedente art. 4, anche le seguenti dichiarazioni:

1)     che il/la richiedente è in possesso dei requisiti previsti dall'art. 2 del presente bando;

2)     nome e cognome, luogo e data di nascita, residenza e codice fiscale del/la richiedente nonché codice fiscale dei genitori o del coniuge;

3)     che il/la richiedente è iscritto/a ad un corso ovvero ha frequentato un corso per l’apprendimento della lingua seconda, con l’indicazione dell’Istituzione, scuola o università, della durata e del numero di ore di lezione;

4)     grado di parentela, nome e cognome, luogo e data di nascita, stato civile e professione di tutte le persone risultanti sullo stato di famiglia dei genitori o del richiedente stesso, nonché l'eventuale tipo e grado di minorazione o di invalidità;

5)     che per lo stesso corso il/la richiedente non percepisce altri contributi da enti pubblici o privati che usufruiscono di sovvenzioni pubbliche;

6)     le persone a carico costrette a risiedere fuori famiglia per motivi di studio nell’anno scolastico/accademico 2000/2001 (indicare nome, cognome e luogo di studio);

7)     se ricorre il caso, che il/la richiedente ininterrottamente da almeno cinque mesi fino all’inizio del corso ha svolto un’attività lavorativa oppure è stato/a iscritto/a nelle liste di disoccupazione;

8)     se ricorre il caso, che il/la richiedente è orfano/a di uno o di entrambi i genitori;

9)     se ricorre il caso, che i genitori del/la richiedente risp. Il/la richiedente stesso/a sono/è giudizialmente separati/o/a, divorziati/o/a o non coniugati/o/a con prole a carico; da tale dichiarazione deve risultare altresì l’importo che il/la richiedente ed il genitore affidatario hanno percepito nel 1999 a titolo di mantenimento;

10)     se ricorre il caso, che il/la richiedente e il suo coniuge nell'anno 1999 non ha/nno svolto attività lavorativa e non ha/nno percepito redditi di alcun genere;

11)     se ricorre il caso, che uno o entrambi i genitori del/la richiedente è/sono disoccupato/i dal 01.01.2000 fino al momento della presentazione della domanda;

12)     se non è stata inoltrata alcuna dichiarazione dei redditi, i relativi motivi;

 

Art. 8

Formazione della graduatoria

Qualora i mezzi finanziari a disposizione non siano sufficienti per garantire l'assegnazione di una sovvenzione nella misura di cui all'art. 5 a tutti i richiedenti, viene formata a partire dal termine di presentazione in cui i mezzi dovessero rivelarsi insufficienti, una graduatoria divisa per gruppi linguistici in base ai seguenti criteri:

8.1. Valutazione del reddito netto

Secondo il reddito vengono assegnati i seguenti punti (60 al massimo):

 

Reddito in lire (euro)

Punti

0 (0)

-

= 60

0.000.001

(0,01)

-

4.000.000

(2.065,83)

= 54

4.000.001

(2.065,84)

-

8.000.000

(4.131,66)

= 48

8.000.001

(4.131,67)

-

12.000.000

(6.197,48)

= 42

12.000.001

(6.197,49)

-

16.000.000

(8.263,31)

= 36

16.000.001

(8.263,32)

-

20.000.000

(10.329,14)

= 30

20.000.001

(10.329,15)

-

24.000.000

(12.394,97)

= 24

24.000.001

12.394,98)

-

28.000.000

(14.460,79)

= 18

28.000.001

14.460,80)

-

32.000.000

(16.526,62)

= 12

32.000.001

16.526,63)

-

36.000.000

(18.592,45)

= 6

36.000.001

18.592,46)

-

50.000.000

(25.822,84)

= 0


 

8.2. Valutazione della durata del corso

Per la durata del corso vengono assegnati i seguenti punti (15 al massimo):

 

durata da 0 a 20 giorni = 0 punti

per ogni ulteriore periodo di 30 giorni o frazione di esso = 3 punti

 

8.3.Valutazione delle ore di corso

Per la valutazione delle ore d'insegnamento vengono assegnati i seguenti punti (5 al massimo):

 

25 ore settimanali = 0 punti

da 26 ore settimanali = 5 punti

 

8.4. Valutazione dell'età

Per la valutazione dell'età vengono assegnati i seguenti punti (5 al massimo):

 

fino a 24 anni = 0 punti

per ogni ulteriore anno d’età = 1 punto

 

Priorità in caso di eguale punteggio

Qualora più richiedenti raggiungano lo stesso punteggio, verrà data la seguente priorità:

1.     al reddito più basso calcolato in base ai criteri di cui all'art.4;

2.     alla maggiore durata del corso;

3.     alla famiglia con maggior numero di alunni/ studenti a carico.

 

Art. 9

Liquidazione delle sovvenzioni

La liquidazione delle sovvenzioni avviene in un'unica soluzione direttamente agli aventi diritto a conclusione del soggiorno, dietro presentazione di certificazione (originale o fotocopia autenticata) attestante l’effettiva frequenza, la durata e le ore di lezione.

La liquidazione delle sovvenzioni relative ai soggiorni-studio di durata superiore ad un mese, gestiti in forma diretta dall’Ufficio Bilinguismo e Lingue straniere, può avvenire in forma rateale previa verifica della regolare frequenza nel periodo di riferimento.

Gli importi possono essere accreditati anche su un conto corrente bancario, qualora il numero del conto corrente e le coordinate bancarie (ABI/CAB) vengano espressamente indicati nella domanda.

L’Amministrazione Provinciale si riserva il diritto di effettuare in qualsiasi momento verifiche sulla veridicità delle dichiarazioni di cui sopra, avvalendosi anche di controlli a campione. Richiedenti che rilasciano dichiarazioni non conformi alla verità vengono esclusi dal concorso, ferme restanti le disposizioni di natura penale.

Inoltre le domande dei/lle suddetti/e richiedenti per la concessione di borse di studio nell’ambito della promozione della lingua seconda e/o delle lingue straniere non vengono più prese in considerazione.

Le sovvenzioni già liquidate devono essere restituite all’Amministrazione provinciale.

indice