In vigore al

RICERCA:

In vigore al: 11/09/2012

T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 112 del 02.04.2008
Appalti pubblici di servizi - offerta economicamente più vantaggiosa - procedura di incarico dei professionisti - fissazione compensi - abrogazione delle tariffe fisse o minime - spetta alla Provincia regolamentazione compensi libero-professionali

Sentenza del 2 aprile 2008, n. 112; Pres. Rossi Dordi, Est. Zelger
Qualora l'amministrazione scelga di indire una gara ai sensi della circolare del Ministero per le politiche europee dd. 1 marzo 2007, dell'art. 4 della direttiva 2004/18/CE nonché dell'art. 42 del D.Lgs. 12 aprile 2006 n. 163, la procedura di selezione del professionista o gruppo di professionisti a cui affidare l'incarico di progettazione e direzione lavori è nettamente distinta in due fasi: a) la preselezione per la valutazione, comparativamente con il metodo del confronto a coppie, dei curricula dei partecipanti; b) la scelta motivata da attuarsi nell'ambito di dieci candidature scelte in sede di preselezione, valutando sia l'offerta economica sia l'organigramma, ovvero il valore tecnico dell'offerta, tenendo in considerazione elementi come il metodo e l'organizzazione dei lavori, cioè la composizione del team proposto per lo svolgimento del servizio e le modalità attraverso le quali il prestatore intende eseguire il servizio stesso. In tale fase non può più essere valutato il curriculum del prestatore principale (contenente “servizi analoghi prestati in precedenza”), la cui capacità tecnica era comunque determinante per la scelta dell'interessato e per l'ammissione dello stesso alla seconda fase ai fini  della presentazione di un'offerta.
Dai disposti del D.Lgs. n. 163/2006, delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE e del D. L. n. 223/2006 ( convertito in L. n. 248 del 4 agosto 2006) emerge che, in sede di fissazione dei corrispettivi per le categorie libero-professionali, qualsiasi limitazione della libera concorrenza o qualsiasi tentativo di limitare l'abrogazione “dell'obbligatorietà di tariffe fisse o minime ovvero il divieto di pattuire compensi parametrati al raggiungimento degli obiettivi perseguiti” cozza contro le finalità perseguite con le direttive della Comunità Europea e i disposti in contrasto potrebbero, in extremis, anche essere disapplicate dal giudice nazionale, in quanto sarebbero in evidente contrasto con la normativa comunitaria.
Considerato che sia il D. L. n. 223/2006 sia il D.Lgs. n. 163/2006 (codice dei contratti pubblici) prevedono l'abrogazione di qualsiasi obbligatorietà di tariffe fisse o minime, ovvero il divieto di pattuire compensi parametrati al raggiungimento degli obiettivi perseguiti, il comma 4 dell'art. 92 dello stesso codice non può far rivivere limiti inderogabili di determinazione, sul libero mercato o in sede di gare d'appalto, dei corrispettivi per le categorie professionali interessate. La norma di cui al comma 4 dell'art. 92, piuttosto, può essere interpretata in modo che le stazioni appaltanti, ove decidano di utilizzare come criterio o base di riferimento le tariffe professionali previste dal D.M. 4 aprile 2001, non potranno ridurre i relativi importi, da porre a base d'asta, oltre il limite del 20% stabilito dal tuttora vigente art. 4 co. 12 bis del D. L. 2 marzo 1989 n. 65 convertito nella L. 26 aprile 1989 n. 155.
Poiché non sono tuttora state determinate, in applicazione del comma 2 dell'art. 92 D.Lgs. n. 163/2006, le tabelle dei corrispettivi delle attività libero-professionali, correttamente la Provincia autonoma di Bolzano, per regolamentare la fissazione di detti compensi, ha esercitato i poteri di cui all'art. 4 co. 5 dello stesso decreto, il quale dispone che “le regioni a statuto speciale e le province autonome di Trento e Bolzano adeguano la propria legislazione secondo le disposizioni contenute negli statuti e nelle relative norme di attuazione”.
ActionActionVerfassungsrechtliche Bestimmungen
ActionActionLandesgesetzgebung
ActionActionBeschlüsse der Landesregierung
ActionActionUrteile Verfassungsgerichtshof
ActionActionUrteile Verwaltungsgericht
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 2 del 10.01.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 10 del 24.01.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 19 del 04.02.2008
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 33 vom 13.02.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 37 del 13.02.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 41 del 19.02.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 51 del 27.02.2008
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 52 vom 27.02.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 59 del 03.03.2008
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 62 vom 04.03.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 64 del 11.03.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 72 del 13.03.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 77 del 17.03.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 79 del 17.03.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 111 del 02.04.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 112 del 02.04.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 113 del 02.04.2008
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 130 vom 10.04.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 152 del 22.04.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 157 del 24.04.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 159 del 28.04.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 168 del 06.05.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 176 del 15.05.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 178 del 16.05.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 185 del 21.05.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 199 del 05.06.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 205 del 06.06.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 212 del 21.12.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 223 del 26.06.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 232 del 27.06.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 241 del 01.07.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 259 del 21.07.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 261 del 21.07.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 262 del 22.07.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 264 del 25.07.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 269 del 30.07.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 270 del 31.07.2008
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 286 vom 07.08.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 290 del 08.08.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 298 del 18.08.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 303 del 27.08.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 312 del 02.09.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 313 del 02.09.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 314 del 02.09.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 328 del 30.09.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 331 del 01.10.2008
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 346 vom 22.10.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 348 del 27.10.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 353 del 28.10.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 378 del 20.11.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 390 del 25.11.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 391 del 27.11.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 393 del 01.12.2008
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 397 vom 09.12.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 406 del 15.12.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 412 del 22.12.2008
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 425 del 29.12.2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1989
ActionActionChronologisches inhaltsverzeichnis