In vigore al

RICERCA:

In vigore al: 11/09/2012

T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 439 del 30.09.2002
Qualifica giuridica del piano urbanistico - potestà pianificatoria del Comune - poteri della Giunta provinciale: interventi modificativi „necessari“ e „opportuni“- densità residenziali nette secondo il Piano di sviluppo

Sentenza del 30 Settembre 2002, n. 439; Pres. Widmair – Est. Demattio
 
In base agli artt. 19 e 20 della legge urbanistica provinciale 11 agosto 1997 n. 13 il piano urbanistico va considerato quale atto complesso che presuppone la disgiunta e, per principio, concorde manifestazione di volontà da parte del Comune e da parte dell'autorità provinciale, per cui già per tale motivo una modifica unilaterale del piano da parte della Giunta provinciale appare configurabile soltanto come ipotesi eccezionale nei casi espressamente previsti dalla legge.
 
Nell'ambito dell'autonomia comunale garantita dalla Costituzione le decisioni in ordine all'utilizzazione del territorio, compresa la pianificazione locale, sono riservate principalmente al Comune, mentre all'Amministrazione provinciale spetta, in tale ambito, una generica potestà di indirizzo, vigilanza e controllo.
 
Le ipotesi di intervento modificativo nel contenuto del piano adottato dal Consiglio comunale da parte della Giunta provinciale, come previste dall'art. 20 della L.P. 11 agosto 1997 n. 13, vanno interpretate alla luce di detti principi e vanno tenute distinte le modifiche “necessarie” ( comma 1, lettera A, punto 2) dalle modifiche “opportune” (comma 1, lettera A, punto 3).
Mentre nella prima ipotesi la Giunta provinciale decide senza la compartecipazione del Comune, nella seconda ipotesi le modifiche volute debbono essere proposte al Comune, al quale, prima della decisione della Giunta provinciale, spetta il diritto di controdedurre. In ambedue i casi la Giunta provinciale è tenuta all'obbligo di motivazione: nel primo caso con riferimento esplicativo ad una delle ipotesi tassativamente previste dalla legge, nel secondo caso con una minuziosa replica alle controdeduzioni del Comune, tenendo conto degli specifici interessi pianificatori di quest'ultimo e con eventuale contemperamento con gli interessi sovracomunali.
 
Nell'ipotesi delle modifiche „opportune  si tratta di una decisione discrezionale della Giunta provinciale (il testo tedesco della legge, che parla di modifiche necessarie („nötige“) è ingannevole, il testo italiano – decisivo – parla di modifiche “opportune”), le quali vanno prese nei limiti dei poteri istituzionalmente conferitele. Per delimitare i confini del potere discrezionale spettantele bisogna partire dai principi costituzionali dell'autonomia locale dei Comuni in conformità all'art. 128 della Costituzione in ordine alla pianificazione urbanistica del territorio comunale. Per tale ragione la Giunta provinciale non può interferire direttamente nella potestà pianificatoria del Comune spettantele istituzionalmente – il chè significherebbe che il piano urbanistico, in definitiva, potrebbe essere redatto ex auctoritate dall'autorità provinciale – ma essa può intervenire soltanto nell'esercizio dei suoi poteri di indirizzo, vigilanza e controllo nell'interesse di un assetto urbanistico organico e ragionevole su tutto il territorio provinciale, per cui le valutazioni di opportunità delle singole modifiche sono da effettuarsi con la partecipazione – attiva e non solo consultiva – del Comune, le cui argomentazioni sono da confutare con plausibili controargomentazioni.
 
Le densità residenziali nette previste al punto B.2 del Piano di sviluppo e coordinamento, approvato con L.P. 18 gennaio 1995 n. 3, valgono solamente per le nuove zone residenziali: per una siffatta interpretazione milita non solo la lettera della norma, ma il carattere programmatorio del Piano di sviluppo, il quale, nell'interesse del risparmio del terreno edificato e per evitare una dispersione edilizia, ha determinato delle densità residenziali minime, le quali però, ragionevolmente, nelle intenzioni del legislatore, non possono avere effetto retroattivo per insediamenti già esistenti e cresciuti armonicamente.
ActionActionVerfassungsrechtliche Bestimmungen
ActionActionLandesgesetzgebung
ActionActionBeschlüsse der Landesregierung
ActionActionUrteile Verfassungsgerichtshof
ActionActionUrteile Verwaltungsgericht
ActionAction2009
ActionAction2008
ActionAction2007
ActionAction2006
ActionAction2005
ActionAction2004
ActionAction2003
ActionAction2002
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 33 vom 31.01.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 35 del 31.01.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 42 del 31.01.2002
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 49 vom 31.01.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 64 del 02.02.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 59 del 05.02.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 66 del 08.02.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 82 del 15.02.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 94 del 25.02.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 97 del 25.02.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 98 del 25.02.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 118 del 04.03.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 121 del 05.03.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 131 del 12.03.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 154 del 28.03.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 158 del 28.03.2002
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 164 vom 08.04.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 165 del 08.04.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 170 del 22.04.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 171 del 23.04.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 173 del 23.04.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 179 del 24.04.2002
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 180 vom 24.04.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 182 del 24.04.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 188 del 29.04.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 199 del 07.05.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 200 del 07.05.2002
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 201 vom 10.05.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 255 del 28.05.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 259 del 28.05.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 264 del 29.05.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 277 del 31.05.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 281 del 06.06.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 283 del 06.06.2002
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 305 vom 20.06.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 325 del 28.06.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 339 del 09.07.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 347 del 15.07.2002
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 349 vom 16.07.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 350 del 16.07.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 358 del 24.07.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 377 del 12.08.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 379 del 12.08.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 402 del 29.08.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 411 del 03.09.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 420 del 20.09.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 434 del 30.09.2002
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 439 vom 30.09.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 439 del 30.09.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 440 del 07.10.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 446 del 15.10.2002
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 465 vom 05.11.2002
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 466 vom 05.11.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 468 del 07.11.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 474 del 07.11.2002
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 494 vom 11.11.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 495 del 11.11.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 529 del 29.11.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 534 del 29.11.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 537 del 29.11.2002
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 538 vom 29.11.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 579 del 18.12.2002
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 584 vom 18.12.2002
ActionAction T.A.R. di Bolzano - Sentenza N. 595 del 23.12.2002
ActionAction Verwaltungsgericht Bozen - Urteil Nr. 33 vom 31.01.2002
ActionAction2001
ActionAction2000
ActionAction1999
ActionAction1998
ActionAction1997
ActionAction1996
ActionAction1989
ActionActionChronologisches inhaltsverzeichnis